L’Olimpia Milano chiude i giochi: è 3-0 contro Cantù

L’Olimpia Milano chiude i giochi: è 3-0 contro Cantù

0

basket armani emporio MIlano trentino

Milano – L’Olimpia non sbaglia il “close-out game” di Desio, esplodendo nel secondo quarto e poi comandando tutta la partita che vale il 3-0 nella serie. Cantù non ha mai mollato, rientrando da meno 18 a meno quattro, ma Milano ha sempre trovato le risposte giuste, sia con l’attacco (6/7 da tre nel secondo periodo poi la sfuriata di Dairis Bertans nel terzo) che con la difesa che ha forzato palle perse e azzerato i tiratori di Cantù. 74-65 il finale.

Il primo tempo

L’Olimpia parte forte, trascinata dall’avvio bruciante di Andrew Goudelock. Lui più una tripla di Cinciarini valgono l’8-2 iniziale che però è illusorio perché poi il primo quarto diventa una battaglia fatta di tanta volontà e molti errori al tiro (Milano fa 6/19 e non va mai in lunetta). Cantù impatta a quota otto sfruttando due conclusioni in contropiede, Jerrells allunga a più tre, Thomas risponde due volte, segna sei punti nel periodo e porta i suoi in vantaggio. A replicare è due volte Gudaitis in situazioni di post-up per il 15-14 con cui si esaurisce il primo quarto.

Olimpia spacca Cantù: è decisivo il secondo quarto

L’Olimpia prova a spaccare la partita all’inizio del secondo periodo quando due triple consecutive, di Jerrells e Bertans, producono un parziale di 12-1 che contiene un time-out di Coch Sodini e scavano 12 punti di margine. Cantù risponde con due canestri ravvicinati, di Thomas e Burns (20 in coppia nel primo tempo), rientrando a meno otto e obbligando Coach Pianigiani a fermare la partita. Cantù torna a meno sei, poi con un quintetto piccolo arrivano tre triple consecutive, due sono di Goudelock, un’altra è di Kuzminskas. L’Olimpia schizza via ancora, 36-23 con Sodini costretto a chiamare un altro time-out. Al rientro, Goudelock segna altre due volte, prima con un floater poi con una tripla, e il margine esplode a 18 punti. Christian Burns si carica sulle spalle Cantù con due canestri in entrata, di energia, ma l’ultimo lo segna Cinciarini su assist di Kuzminskas e all’intervallo Milano è avanti 43-27.

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi