Giuristi per l’ambiente. Scelto il logo per il Premio Nazionale Ambiente

Giuristi per l’ambiente. Scelto il logo per il Premio Nazionale Ambiente

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblicità

All’interno delle proposte di Agenda 2030 che favoriscono la crescita della consapevolezza dei temi ambientali è nato il Premio Nazionale Ambiente, promosso dal club Giuristi dell’ambiente con la collaborazione e il sostegno dell’Ufficio Scolastico Regionale, dell’ Università di Pavia e dell’Università Statale di Milano, e il patrocinio di regione Lombardia,  del Parlamento Europeo, e di Federparchi. Il tema è quello della Tutela e valorizzazione del capitale naturale. Il premio ha lo scopo di riconoscere la capacità di innovazione degli Enti pubblici, dei Ricercatori e dei Giornalisti per il raggiungimento degli obiettivi previsti dall’ “Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”. Sarà assegnato, ogni anno, ad una Personalità che si sia particolarmente distinta sui temi della tutela e valorizzazione del capitale naturale. Si sta ponendo l’attenzione sull’edizione di Vigevano, città particolarmente attiva su questo fronte. Oggi la premiazione ha riguardato però le classi delle scuole superiori pavesi che hanno creato il logo del Premio.

Alla premiazione tale le personalità direttamente coinvolte nelle scelte ambientali ed educative. C’erano infatti Attilio Visconti, Prefetto di Pavia; Francesco Melosu, Ten. Col. Comandante del Gruppo CC Forestale di Pavia; Luigi Bonizzi, Università degli Studi di Milano; Angelo Ciocca, Europarlamentare; Carlo Sardi, Kiwanis, Lgt. Governatore, Divisione 15, Lombardia; Anna Paola ARISI ROTA, Ufficio Scolastico per la Lombardia – Pavia; Silvana Bassi, ITA Gallini, Voghera; Franca Bottaro, IIS Volta, Pavia; Alberto Panzarasa, Liceo Cairoli di Vigevano;

Cos’è agenda 2030 in due parole

Agenda 2030 è l’evoluzione di agenda 21. La si potrebbe definire anche un passo avanti lungo nove anni. Agenda 21 è il protocollo di impegni che le amministrazioni locali, intese anche come comunità di tutti i cittadini, e non solo dell’ente istituzionale,  hanno preso per arrivare a migliorare l’ambiente  entro il 2021. Per non arrivare al 2021 e non aver ancora redatto gli obiettivi seguenti a questa tappa, la commissione europea per l’ambiente ha guardato avanti e posto una lista di obiettivi da raggiungere in vari modi entro il 2030, sempre sulla linea della compartecipazione sottolineata dal motto “pensare globalmente, agire localmente“.  Uno dei punti cardine di agenda 21 era l’impostare le scelte politiche in modo da arrivare ad una diminuzione delle emissioni di anidride carbonica pari al 20% entro il 2020. Dopo la diminuzione dell’inquinamento, il prossimo gruppo di obiettivi da raggiungere devono portare ad uno sviluppo sostenibile.

Un logo per il Premio Nazionale Ambiente

Le scuole superiori della provincia di Pavia sono state coinvolte per prime in questo progetto. A loro si è rivolta l’organizzazione di un concorso nel concorso. Si è chiesto alle classi dei vari istituti pavesi di presentare un loro elaborato per la scelta del logo del concorso. Questo logo deve contenere qualcosa che rappresenti il piano di azione dell’Unione europea per l’economia circolare. Il concorso si è svolto nei mesi scorsi e oggi sono stati assegnati presso nell’ Aula Magna del Collegio universitario F.lli Cairoli,. Qui, a Pavia, alle ore 10,30 la commissione giudicatrice ha comunicato quale logo è stato premiato e scelto per rappresentare il Premio Nazionale Ambiente e quali sono le quattro altre proposte ritenute meritevoli. I premi in denaro sono stati messi a disposizione da “Kiwanis International” e saranno devoluti alle Scuole frequentate dagli allievi delle classi che saranno premiate.

Il premio è infatti assegnato alla classe ed è differenziato in base al posto occupato in graduatoria al 1° classificato: materiale didattico per un controvalore di € 500,00; al 2° classificato: materiale didattico per un controvalore di € 300,00; al  3° classificato: materiale didattico per un controvalore di € 200,00; al 4° classificato: una medaglia e al 5° classificato una pergamena. I premi in denaro, messi a disposizione da “Kiwanis International”, saranno devoluti alle Scuole frequentate dagli Allievi delle classi premiate;

“L’iniziativa, inoltre, intende dischiudere nuove opportunità di mercato per prodotti e servizi ecosostenibili, valorizzando l’impegno profuso dalle imprese per accrescere la propria sostenibilità ambientale. Nella prima edizione il premio è stato conferito ad Amedeo Postiglione, Direttore dell’International Court of the Environment Foundation e Presidente onorario della Corte di Cassazione,” hanno spiegato infine dall’organizzazione.

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono orgogliosamente uno speaker di Radio Padania libera. Coordino la redazione di Zoommilano.it, collaboro con Conflombardia.com e con alcune agenzie di stampa. In più gestisco un blog, CronacaOssona.com

Nessun commento

Rispondi