“Terre d’acqua e cascine” nel Parco Agricolo Sud Milano

“Terre d’acqua e cascine” nel Parco Agricolo Sud Milano

abbattimento di piccioniTrezzano sul Naviglio, Gaggiano, Milanese – La Città Metropolitana offre ancora paesaggi stupendi e passeggiate nei campi. La Parrocchia Sant’Ambrogio di Trezzano aveva organizzato un pellegrinaggio verso la Cappella della Madonna del Dosso. Per arrivarci bisogna introdursi nel circuito LET 4 – Terre d’acqua e cascine” nel Parco Agricolo Sud Milano, una terra ricca di acqua, a cominciare dal Naviglio Grande su cui si affaccia Gaggiano, punto di partenza del circuito dalla stazione FS. Il percorso offre anche un lago su cui si affacciano la cascina Boscaccio, varie cascine e mulini. A Zibido San Giacomo c’è l’antica chiesa di San Giacomo dove secondo la leggenda era conservato il corpo del Santo. Il percorso attraversa poi una zona di marcite tra ZibidoMairano e Noviglio.  Una vera e propria “pulizia mentale” immersi nella tranquillità e nel colore verde,

L’abbattimento dei piccioni

Improvvisamente, accade di imbattersi in una scena un po’ sgradevole, che ha scatenato critiche. L’abbattimento dei piccioni viene eseguito  da una guardia venatoria volontaria e da cacciatori abilitati; secondo una procedura che prevede anche lo smaltimento delle carcasse secondo precise norme, evitando rischi sanitari. Questi uccelli sono considerati “fauna selvatica”, non possono venire intrappolati o uccisi senza criterio. Pericolosissimo ed illegale è usare il veleno. Dannose per la salute umana sarebbero le carcasse dei piccioni abbandonate (anni fa a Trezzano venne trovato uno scatolone pieno di volatili morti in questo modo e non regolarmente smaltiti). Nemmeno i dissuasori sonori sono una soluzione efficace. Funzionano solo con gli stormi. Un singolo piccione può diventare fonte di pericolo. Esistono imprese di pulizie specializzate nell’individuare i nidi. I danni causati dai piccioni alle coltivazioni sfiorano i centomila euro l’anno.

Valentina Simona Bufano
Poetessa, romanziera e collaboratrice di vari giornali, web tv e radio. Ho vinto premi letterari e partecipato a due rassegne culturali: “Subway Letteratura” e “The Last Apple on the tree”, lavorando con illustratori professionisti. I miei libri hanno venduto in tutto un migliaio di copie, riportando ottime critiche. Il mio primo romanzo, “3 ragazzini e il Fato” ha riscosso successo sul blog di recensioni chelibroleggere.blogspot.it e ho vinto il premio della giuria al Trofeo del Lupo 2017. Nel 2009 “Il Giorno” mi ha dedicato la rubrica “Il Personaggio”. Nel 2016 ho ricevuto dalla Pro Loco di Trezzano sul Naviglio la pergamena del “Trezzanino d’oro” per le attività culturali, di cui sono molto orgogliosa.

Nessun commento

Rispondi