Una settimana alla finale: lo speciale sulla coppa Italia tra Milan e...

Una settimana alla finale: lo speciale sulla coppa Italia tra Milan e Juventus

img_4890-324x188 Una settimana alla finale: lo speciale sulla coppa Italia tra Milan e Juventus Calcio Prima Pagina Sport   Milano-Meno una settimana alla partita che metterà in palio la Coppa Italia tra Milan e Juventus. Gli uomini di Gattuso sono pronti a iniziare un nuovo ciclo mentre quelli di Allegri non vogliono smettere di vincere.

Le finali: ‘41-‘42 e ‘72-‘73

Pubblicità

La storia di questa competizione è scritta a tinte bianconere: la Juventus con 12 vittorie, e 17 finali complessive, è alla testa dell’albo d’oro della coppa. Il Milan segue con sole 5 vittorie conquistate nelle 13 finali disputate. Ben quattro le finali che hanno visto incrociarsi queste sue squadre a partire dal lontano 1941-1942. Allora a trionfare fu la Juventus imponendosi, dopo le gare di andata e ritorno, per 5 reti a 2. Ai calci di rigore finì invece la finale del 1972-73, l’unica vinta dal Milan nei quattro scontri con l’avversario bianconero.

Le finali: ‘89-‘90 e 2015-‘16

Più recenti infine le ultime due finali vinte dalla Juventus. La prima nell’andata in cui il Milan dominava l’Europa con Sacchi: vittoria per 0-1 della Juventus e Milan che abbandona il sogno doppietta con la Champions (allora Coppa dei Campioni) vinta a Vienna contro il Benfica. L’ultima in ordine cronologico è invece la sfida dell’Olimpico del maggio 2016. Il Milan di Brocchi arrivava incerottato alla sfida contro una Juventus strabordante a cui Morata, dopo una strenua resistenza rossonera, regalò il trofeo nel corso dei supplementari.

Il presente

Alla gara di settimana prossima le due squadre arrivano in due momenti diversi della stagione: la Juventus, dopo la vittoria ottenuta contro l’Inter, ha praticamente in mano lo scudetto e nonostante la stanchezza, l’abitudine a vincere giocherà un fattore importante nella gara dell’Olimpico. Il Milan, dopo una folle rincorsa con la Champions quasi sfiorata, ha un po’ tirato i remi in barca ed è sembrato accettare questo ruolo di mezzo tra una squadra compiuta e una tutta da costruire. Gattuso non vuol sentir parlare di appagamento però perché mercoledì ci si giocherà un trofeo e sarà fondamentale portarlo a casa per allenare la mentalità vincente.

Uno sguardo alle due squadre: la Juve

Tenendo presente che ci sarà ancora un turno di campionato da affrontare prima della finale, possiamo azzardare a comporre un undici titolare per entrambe le squadre.
La Juventus ritroverà molto probabilmente Dybala dal primo minuto con uno tra Douglas Costa e Mandzukic in panchina. A centrocampo certa la presenza di Pjanic e Matuidi al fianco di Khedira, mentre la difesa dovrebbe essere quella vista contro l’Inter, con Benatia ancora in panchina e la possibilità De Sciglio dal primo minuto.

Uno sguardo alle due squadre: il Milan

I rossoneri puntano forte sul recupero di Romagnoli che da due giorni ormai si allena con la squadra. Un rientro graduale dopo l’infortunio col Sassuolo che permetterà a Gattuso di rischierare la coppia difensiva che tanto bene ha fatto fino a questo momento. Biglia non recupererà invece e, escludendo sorprese, sarà Locatelli a sostituirlo; solito ballottaggio in attacco dove Cutrone, Andrè Sílva e Kalinic si giocano una maglia da titolare in mezzo a Suso e Calhangolu.

9 maggio 2018

Sarà la quinta finale tra Milan e Juventus e avrà un sapore particolare: un Milan che punta alla rinascita attraverso le vittorie e una Juventus alla ricerca di conferme riguardo un ciclo che sembra non voler finire.

Simone Mannarino

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi