Revivre Milano, il primo tassello è Clevenot

Revivre Milano, il primo tassello è Clevenot

0

volley, revivre milano

Milano – Trevor Clevenot è il primo nuovo tassello della Revivre Milano 2018/19. La società del Presidente Lucio Fusaro ha raggiunto infatti l’accordo con il forte schiacciatore francese che potrà così vestire i colori milanesi nella prossima stagione.

Conferma di Nimir e Clevenot: Revivre al top

Dopo la conferma di Nimir Abdel Aziz arrivata lo scorso 22 febbraio, alla corte di Andrea Giani giunge uno dei giovani talenti della nazionale francese che negli ultimi anni è tra le grandi protagoniste dei tornei continentali e mondiali.

Clevenot, super tassello per la Revivre

Schiacciatore-ricevitorie di 199 cm, nato a Royan (FRA) il 28 giugno del 1994, Trevor Clevenot ha militato nelle ultime due stagioni a Piacenza, facendo il suo esordio nel campionato italiano il 2 ottobre 2016 nel match contro Perugia. 873 punti messi a segno con gli emiliani, 434 nel primo anno (36 gare giocate con una media di 12,1 punti a partita) e 439 nella stagione da poco conclusa (31 incontri, con la media punti salita a 14,2 punti per match); le battute vincenti sono state in totale 56 mentre i muri 68, in attacco invece ha fatto segnare una media del 52,9% di efficienza nel primo anno (688 palloni attaccati) e il 49,1% nel secondo (su 784 palle schiacciate). La sua carriera invece inizia in Francia con la maglia della Spacer’s Toulouse Volley dove gioca dal 2012 al 2016.

Punto di riferimento a Piacenza…

Oltre ad essere stato un punto di riferimento importante nel gioco di Piacenza nelle ultime due annate, Trevor Clevenot è anche una pedina fondamentale dello scacchiere della nazionale francese.

La sua carriera..

Dopo le prime convocazioni nelle selezioni giovanili, con le quali vince nel 2011 la medaglia d’argento agli Europei Under 19, nel 2012 inizia ad indossare la maglia della nazionale maggiore con cui vince dueedizioni della World League (Rio de Janeiro 2015 e Curitiba nel 2017), oltre alla medaglia di bronzo nell’edizione 2016 (Cracovia).

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi