Viaggio verso Torino – Milan: al Filadelfia per riprendere la corsa interrotta...

Viaggio verso Torino – Milan: al Filadelfia per riprendere la corsa interrotta allo Stadium

img_4594-324x317 Viaggio verso Torino - Milan: al Filadelfia per riprendere la corsa interrotta allo Stadium Calcio Prima Pagina Sport   Milano-Una corsa iniziata dall’ 1-0 contro il Crotone nel giorno della Befana è continuata fino al 3-1 finale dello Stadium che ha spento le speranze rossonere di arrivare alla Champions League. Da Torino al Torino, il Milan tenta di riprendere a correre.

Il Torino: un avversario complicato

Il Torino di Mazzarri è reduce da quattro risultati utili consecutivi, i più roboanti dei quali parlano dello 0-4 rifilato al Cagliari fuori casa e della vittoria per 1-0 contro l’Inter al Filadelfia. Lo stadio, ristrutturato recentemente, è il vero cuore pulsante di questo Toro che ha ritrovato Ljajic e sta riscoprendo Belotti, autore di una stagione sotto le aspettative. Il decimo posto in classifica non lascia adito a speranze Europee ma, senza nulla da perdere, il Toro può abbassare la testa e caricare tutte le ultime sei gare da qui a maggio.

Al Filadelfia per vincere

Il Milan, dal canto suo, ha tanto da perdere. Gli ultimi risultati hanno fruttato tre punti in quattro gare e la Champions si è ormai allontanata, forse definitivamente. Una vittoria al Filadelfia, ottenuta contro un Torino in forma, significherebbe ritornare a correre in direzione Europa, per non rendere inutili queste ultime sei gare. Per Gattuso, dovrebbe tornare dall’inizio Cutrone e ci si aspetta un cambio di marcia da parte di Bonaventura, sempre impiegato dal tecnico calabrese ma da un po’ di tempo non incisivo come suo solito.

Torino – Milan: i precedenti

Settantaduesimo incontro in Serie A per le due squadre a Torino, 20 sono le vittorie granata a fronte delle 17 rossonere, 34 invece i pareggi.
L’ultima vittoria del Milan risale alla stagione 2012-2013, quando Robinho, Nocerino, Pazzini ed El Shaarawy ribaltarono le sorti della gara.
L’ultima vittoria granata è invece della stagione 2001-2002, quando il goal di Lucarelli regalò i tre punti al Toro.

Il match dell’andata

Il pareggio per 0-0 maturato a San Siro costò il posto a Montella e aprì le porte all’arrivo di Gattuso. In quella gara le mani di Sirigu prima, e Donnarumma poi mantennero le reti inviolate, con una doppia parata da parte del 99 rossonero prima su Belotti e poi su Iago Falque all’86’.

Chi in campo per Gattuso

Visto il risultato dell’andata e la tendenza ai pareggi, Gattuso vorrà cercare di sfondare il muro granata nonostante l’enorme fatica che la sua squadra fa nel segnare. Si affiderà ancora all’estro di Suso e Calhangolu, da ritrovare in zona goal, e alla continuità di Bonaventura al momento sottotono. Rientra Capitan Bonucci che prenderà il posto di uno tra Zapata e Musacchio, con il primo in vantaggio per una maglia da titolare. Davanti potrebbe essere il momento di rivedere Cutrone in campo dal primo minuto, ma occhio ad Andrè Sílva.

Probabili formazioni

Torino: 3-4-2-1
Sirigu; N’Koulou, Burdisso, Moretti; De Silvestri, Baselli, Rincón, Ansaldi; Ljajic, Iago Falque; Belotti.
All. Mazzarri

Milan: 4-3-3
Donnarumma, Calabria, Zapata, Bonucci, Rodríguez; Kessiè, Biglia, Bonaventura; Suso, Cutrone, Calhangolu.
All. Gattuso

Simone Mannarino

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi