Un “banco da vendita” di sostanze stupefacenti smantellato dalla Polizia Ferroviaria

Un “banco da vendita” di sostanze stupefacenti smantellato dalla Polizia Ferroviaria

0

 Nella giornata di giovedì 5 aprile, la Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polfer della Lombardia, è riuscita ad arrestare tre soggetti stranieri a seguito dei reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti di cui eroina, cocaina, hashish.
Da tempo gli uomini della Polizia erano stati particolarmente attenti alla situazione nei pressi della zona binari dell’alta velocità della Stazione di Milano Rogoredo. Nel corso della mattinata di giovedì, gli operatori si sono recati in zona e hanno notato cinque soggetti di cui tre intorno ad un tavolino con della merce esposta a mò di “banco di vendita” e due, a distanza di circa 10 metri, facenti funzione di “palo”. Uno di questi, alla vista degli agenti in borghese, si è messo a gridare ad alta voce facendo scappare in direzioni diverse tutti gli altri stranieri suoi complici.
L’uomo è stato immediatamente arrestato, mentre gli altri due, incaricati dello spaccio, si erano prontamente dati alla fuga lungo i binari in direzione San Donato milanese. Sono stati infine trovati nascosti nei pressi di una cascina abbandonata tra i binari dei treni ad alta velocità e quelli regionali.
Uno dei due malviventi, poco prima di essere bloccato, aveva gettato per terra un involucro di plastica contenente 22,80 grammi di eroina mentre il secondo è stato trovato in possesso di materiale utile per il confezionamento della stessa.
In totale, gli operatori hanno sequestrato due dosi di presunta sostanza del tipo cocaina (1,45 grammi), sei dosi di hashish (3,80 grammi), 137 siringhe sterili che venivano vendute, unitamente all’acquisto delle sostanze stupefacenti, a soli, 0,20 centesimi, 23 flaconi di soluzione fisiologica, un bilancino di precisione, materiale di confezionamento e in più un bottino di circa 410,00 euro.
Gli stranieri che sono stati arrestati risultano essere due magrebini di 30 anni e un egiziano.

Elena Capilupi
Studentessa calabrese di Mediazione Linguistica e Culturale della Statale di Milano. Aspirante giornalista e appassionata di arte, cinema e musica. Sempre alla ricerca di nuove esperienze e nuovi modi di vedere il mondo.

Nessun commento

Rispondi