Due giornate di lavoro estenuante per la polizia ferroviaria

Due giornate di lavoro estenuante per la polizia ferroviaria

pistol-324x216 Due giornate di lavoro estenuante per la polizia ferroviaria Cronaca Milano Prima Pagina   Sono stati due giorni veramente intensi per la Polfer, la polizia ferroviaria, che è riuscita ad attuare 5 arresti e 3 denunce in stato di libertà. Il primo episodio risale alla notte tra venerdì 6 e sabato 7 aprile intorno alle ore 00.50. Il personale in servizio alla sottosezione Polfer di Milano Bovisa, è intervenuto presso la stazione di Novate Milanese a seguito della segnalazione di ripetute aggressioni scaturite da una rapina ai danni di un giovane milanese.
La vittima si trovava a bordo di un treno regionale, e gli era stato rubato il portafoglio da una banda di 4 ragazzi minorenni, anch’essi presenti sul treno. L’ uomo aveva allora chiesto aiuto alla guardia giurata presente, che aveva intimato più volte i malviventi, affinché restituissero ciò che avevano precedentemente rubato, ma invano.
A questo punto, era stato richiesto l’intervento della pattuglia della Polfer. I quattro giovani si erano allora immediatamente dati alla fuga, ma gli agenti erano riusciti con tempestività a fermarli. Due dei colpevoli sono stati arrestati per i reati di rapina, resistenza a pubblico ufficiale e di interruzione di pubblico servizio. Un terzo minore è stato invece denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale in quanto, aveva tentato di ostacolare il lavoro degli operatori di polizia al fine di difendere i propri amici.

Le operazioni di sabato 7 aprile

Pubblicità

Nella giornata di sabato, invece, intorno alle ore 13.30, durante un ordinario servizio di pattugliamento presso la stazione di Rogoredo, la pattuglia mista, ha identificato uomo pavese quarantenne S.M., che risultava avere a suo carico un ordine di carcerazione di 1 anno e 2 mesi, e un ordine di arresto di 5 mesi e 16 giorni. Entrambi gli ordini erano stati emessi dalla Procura di Milano.
Sempre nella giornata di sabato, alle ore 20.00, gli operatori della Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polfer, durante il servizio di antiborseggio presso la stazione di Milano Centrale, sono riusciti ad arrestare cinque donne bosniache e croate, responsabili per tentato furto aggravato in concorso.
Le straniere, tutte di età compresa tra i 25 e i 40 anni e in stato di gravidanza, sono state notate dagli operatori intente ad osservare una famiglia asiatica che in quel momento si trovava all’interno della Stazione.
Dopo essersi in accordo divise in due gruppi, avevano circondato la famiglia in questione, e approfittando di un momento di distrazione, erano riuscite con prontezza ad aprile la borsa della vittima, iniziando a rovistare al suo interno.
Sono state immediatamente bloccate e arrestate dal personale Polfer.
A carico di una di queste inoltre, risultava un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Roma, di 4 anni 3 mesi e 21 e giorni di reclusione.

Elena Capilupi
Studentessa calabrese di Mediazione Linguistica e Culturale della Statale di Milano. Aspirante giornalista e appassionata di arte, cinema e musica. Sempre alla ricerca di nuove esperienze e nuovi modi di vedere il mondo.

Nessun commento

Rispondi