Cricket. Passione fuori controllo e scorticano il pratone

Cricket. Passione fuori controllo e scorticano il pratone

Parco alesandrini crocketIndiani e cingalesi, si sa, potrebbero uccidere per una partita di cricket. Non gliene si può fare una colpa perchè la stessa malattia l’hanno gli italiani per il calcio. Però, per giocare a calcio basta una palla, un prato e qualche ragazzino. Il cricket ha bisogno di qualche struttura in più.mazze porte, palline. Al parco Alessandrini, nel Municipio 4, è comparso all’improvviso un campo da cricket abusivo. Per costruirlo i fanatici di quel gioco hanno decorticato il pratone, danneggiando il manto erboso. Anche se non è un danno molto costoso è comunque sempre un danno. Per riseminare l’erba il municipio 4 dovrà investire del denaro che poteva essere utilizzato per altre esigenze del quartiere. Se ne sono lamentati il presidente del Municipio Paolo Bassi e l’assessore alla sicurezza e verde Francesco Rocca che hanno dato incarico alla polizia comunale di effettuare delle indagini per scoprire i colpevoli. Il motivo dell’indignazione non è solo nei soldi che andranno spesi per risistemare il pratone del parco, ma si trova soprattutto nell’aver dovuto appurare che chi ha effettuato il ” lavoro” non si è neppur posto il problema di star operando in modo completamente abusivo, senza permessi di nessun genere, in un parco di proprietà pubblica.

Mercatini e accampamenti rom nel Municipio 4

La scoperta del campo da cricket abusivo ha dato modo ai due politici anche di mettere in rilevo che la zona del parco Alessandrini soffre di molti problemi. Fra questi ci sono i pericolosissimi mercatini “delle pulci” abusivi dove sono venduti oggetti elettrici senza certificazione, proventi di furti, pericolosi, senza alcun permesso di vendita e altre situazioni di degrado come il passaggio e la sosta, sempre più frequente di carovane di rom. Paolo Bassi se la prende anche con l’amministrazione comunale, che non collabora nella ricerca di soluzioni. “Mentre noi lavoriamo per un parco più bello e fruibile, c’è chi con prepotenza lo danneggia usandolo come se fosse casa sua in spregio a qualsiasi regola. Fortunatamente, grazie all’attenzione del Municipio 4 questo abuso è stato denunciato, anche se a occuparsi di simili aspetti, come il controllo dei regolamenti e il rispetto delle leggi, dovrebbe essere la Polizia Locale. Serve una più stretta relazione fra il Corpo di PL e i Municipi, cosa che l’amministrazione Sala fino ad ora non ha voluto attuare, ma anzi ha sempre osteggiato”.   

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente, sul giornalino della parrocchia, l'Urlo. Tra il 1977 e il 1982 circa ho lavorato in una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Da 17 anni sono uno degli speaker radiofonici della più bella delle radio milanesi, RPL. Ho collaborato con quotidiani e settimanali, occupandomi di tutto, dalla cronaca allo sport. Come Web Content Specialist seguo blog e testate giornalistiche online. Ora mi occupo della redazione di Zoom Milano.