Striscia mostra la negligenza delle misure di sicurezza di Milano

Striscia mostra la negligenza delle misure di sicurezza di Milano

0

 L’esperimento effettuato dall’inviato di Striscia la Notizia, Valerio Staffelli, mostra quanto siano in realtà superficiali i controlli di sicurezza effettuati dalle forze dell’ordine di Milano.

Nel servizio della puntata andata in onda venerdì 9 marzo su Canale 5, un’attrice munita di una pistola giocattolo che ne riproduce fedelmente una originale si reca sia in Duomo che a Palazzo Marino, sede del Comune. Questa pistola, ben nascosta nella borsa della donna, riesce a superare i controlli per entrare nella cattedrale, eludendo oltre che i metal detector anche le perquisizioni dei militari all’ingresso. La complice riesce a passare anche i controlli per accedere sia in piazza Duomo durante una manifestazione tenutasi per l’8 marzo, sia a Palazzo Marino, dove è riuscita a raggiungere addirittura la sala del Consiglio comunale.

Le reazioni

L’esperimento ha lasciato molto perplessi gli spettatori del programma televisivo, e in particolare i cittadini di Milano. Se la donna fosse realmente stata malintenzionata, avrebbe potuto provocare disastri indicibili. Infatti, in un periodo di grandi disagi e insicurezze come questo, è necessario far sentire la popolazione al sicuro, attuando controlli costanti ed efficienti in ogni città, specialmente le più importanti e trafficate, per scongiurare il rischio, oltre che di attacchi terroristici, anche di perdere o rovinare irrimediabilmente i luoghi e i monumenti più importanti d’Italia.

Elena Capilupi
Studentessa calabrese di Mediazione Linguistica e Culturale della Statale di Milano. Aspirante giornalista e appassionata di arte, cinema e musica. Sempre alla ricerca di nuove esperienze e nuovi modi di vedere il mondo.

articoli sullo stesso argomento

Nessun commento

Rispondi