Invasione di shaboo a Milano

Invasione di shaboo a Milano

Ingentissime dosi di shaboo sono state rinvenute a Milano in questi ultimi giorni, grazie alle operazioni effettuate dal Nucleo Contrasto Stupefacenti della Polizia Locale, per un valore di circa 30.000 euro.

Sequestro-shaboo-marzo-324x243 Invasione di shaboo a Milano Cronaca Milano Prima Pagina    In questi ultimi giorni, sono stati sequestrati a Milano circa 96 grammi di shaboo per un valore di circa 30.000 euro e 4.795 euro in contanti.

Pubblicità

Questo nuovo stupefacente, per l’appunto chiamato shaboo, è molto in voga tra i giovani orientali, e il suo smercio sta lentamente prendendo piede anche in Italia. Pochi grammi di questa sostanza sono potenzialmente micidiali, anche perché da un solo grammo se ne possono ricavare circa 10 dosi, e ha effetti devastanti sia a livello fisico, data la sua immediata assuefazione e i danni provocati a cuore e reni, sia a livello psicologico, che si manifestano attraverso aggressività, allucinazioni e paranoie.

Gli ultimi 3 interventi effettuati dal Nucleo Contrasto Stupefacenti della Polizia Locale, hanno portato in 6 giorni all’arresto di 5 giovani tra i 22 e i 27 anni, che sono ora detenuti a San Vittore.

La prima operazione è avvenuta a Quarto Oggiaro, nell’abitazione di un giovane spacciatore cinese di 25 anni, in cui è stata trovata una lavatrice non collegata alla corrente né alla rete idrica, contenente 58 grammi di shaboo, che assieme con altre bustine trovategli addosso e nell’armadio, hanno portato a un complessivo sequestro di circa 72 grammi di sostanza e di 4.150 euro in contanti. Le altre due operazioni, sono invece avvenute nell’ambito del controllo del territorio da parte degli agenti, dovute a numerose segnalazioni di attività di spaccio. Nella prima, sono stati arrestati due spacciatori cinesi di 22 e 27 anni in via Padova. Uno dei due, nascondeva nell’armadio del suo appartamento 18,7 grammi di shaboo già divisi in bustine.

Gli altri due pusher di 22 e 23 anni sono stati invece arrestati in piazza Gasparri. Il più giovane, ha tentato di fuggire in tutti i modi dagli agenti, nascondendosi in un palazzo nelle vicinanze e buttando in un’aiuola una bustina contenente la sostanza illegale. Tuttavia, una volta catturato, la sua perquisizione ha portato al rinvenimento di 4,8 grammi di metanfetamina, 170 euro in contanti e all’arresto del suo complice.

Elena Capilupi
Studentessa calabrese di Mediazione Linguistica e Culturale della Statale di Milano. Aspirante giornalista e appassionata di arte, cinema e musica. Sempre alla ricerca di nuove esperienze e nuovi modi di vedere il mondo.

Nessun commento

Rispondi