La vigilia di Lazio – Milan, tra coppe in bacheca e probabile...

La vigilia di Lazio – Milan, tra coppe in bacheca e probabile formazione

0

img_3257-324x332 La vigilia di Lazio - Milan, tra coppe in bacheca e probabile formazione Calcio Sport   Milano-Domani la gara contro la Lazio segnerà la stagione rossonera negandogli o concedendoli la possibilità di andarsi a giocare la finale di un torneo. La super Coppa Italiana del dicembre 2016 è infatti troppo poco per un club abituato a vincere, e la possibilità di giocarsi nuovamente la coppa nazionale è un’opzione a cui il Milan pensa senza mezzi termini.

Dal 2003 al 2018

Pubblicità

Per altro, l’ultima vittoria in coppa Italia, risale alla stagione 2002/2003, quando il Milan di Ancelotti vinse la sesta Champions League della sua storia, grazie alla vittoria dell’Old Trafford sulla Juventus. La strada verso la doppia coppa in questa stagione è ostacolata dalle due sfide contro Arsenal e Lazio ma decisamente allettante. L’occasione di vincere un trofeo mancante nella bacheca rossonera (Europa League) e di aggiungerci la coppa nazionale, rappresenta per il Milan oltre che una strada verso l’Europa dei grandi, anche l’inizio di un percorso che dovrà essere vincente.

La gioventù

Per una squadra giovane come quella allenata da Gattuso, la spensieratezza di avvicinarsi a traguardi così prestigiosi potrebbe giocare un ruolo fondamentale. Vincere, è risaputo, allena l’abitudine alla vittoria, e i giovani rossoneri ne hanno profondamente bisogno.

Gattuso sotto la neve

Senza fare voli pindarici però e attenendoci alla realtà, Gattuso tiene tutti coi piedi per terra. E nella neve. Ieri ha girato Roma alla ricerca di un campo dove svolgere l’allenamento quotidiano e ha studiato i suoi ragazzi all’interno della palestra dell’Hotel dove il Milan è in ritiro romano.
Ad oggi, se la difesa vittoriosa contro la Roma sarà riconfermata, le uniche novità dovrebbero consistere nella presenza di Kalinic dal primo minuto con un eventuale cambio a centrocampo in ottica derby.

Calhangolu e quel goal mancato …

Davanti con il croato e Suso, ci sarà ancora Calhangolu. Il turco deve farsi perdonare il goal clamorosamente sbagliato all’andata a Stakosha battuto e il goal gli manca ormai da una po’. La Lazio intanto, si giocherà il passaggio turno con un solo risultato disponibile, la vittoria davanti ai propri tifosi, a seguito del pareggio per 0-0 ottenuto a San Siro.

Simone Mannarino

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi