Sanremo 2018: bilancio finale

Sanremo 2018: bilancio finale

0

104510415-c38acfaa-795a-4a9c-a9cb-517e9782d808-324x152 Sanremo 2018: bilancio finale Intrattenimento Musica

Dai numerosi duetti di Claudio Baglioni a Fiorello immenso come sempre, passando per la confermata bravura di Michelle Hunziker e Favino splendida sorpresa, partito con basse aspettative e l’aria di un possibile flop, l’edizione 2018 di Sanremo si è rivelato un vero e proprio spettacolo, costringendo i critici che già pregustavano il fallimento, a “mordersi la lingua” e rimanere ad ammirare quella che è stata una piacevole rivelazione.

Il podio

A trionfare sono stati Ermal Meta e Fabrizio Moro con “non mi avete fatto niente”, seguiti da Lo Stato Sociale con “una vita in vacanza” e a completare il podio Annalisa con “il mondo prima di te”.

Gli altri premi

Ron si è aggiudicato l’ambito premio della critica con il brano «Almeno pensami». Il premio della sala stampa è andato ai secondi classificati Lo Stato sociale. Il trio composto da Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico ha ottenuto il riconoscimento «Sergio Endrigo» che premia la migliore interpretazione. Il premio Sergio Bardotti per il miglior testo è stato vinto da Mirkoeilcane che, per la sezione nuove proposte, si è aggiudicato anche il “Mia Martini”, premio della critica. Come miglior composizione musicale è stato premiato Max Gazzè con il Bigazzi. Il premio Tim Music alla canzone più ascoltata, infine, è stato vinto da Ermal Meta e Fabrizio Moro.

La conduzione

Su Claudio Baglioni cantante nessuno, chiaramente, ha mai dubitato, ma come presentatore e condottiero del festival italiano più importante? Bene da oggi nessun dubbio. Quella di Baglioni è stata una conferma della sua esemplare bravura e professionalità che gli ha permesso di inserire, durante la conduzione, numerosi duetti con star internazionali come Laura Pausini. La conduzione ha funzionato alla grande grazie anche alla presenza della bellissima Michelle Hunziker, da anni impeccabile in qualsiasi ruolo la si trovi, e della sorpresa più inattesa, Pierfrancesco Favino, che tutti conosciamo per le sue ottime doti di attore (che ha confermato esibendosi in un monologo commovente ed in un simpatico siparietto canoro) ma che ci ha dimostrato di saperci fare molto bene anche come conduttore.

Si parlava di un probabile flop e di un rischio troppo elevato nelle scelte della conduzione, invece, Sanremo ci ha fatto emozionare e divertire come una buona manifestazione di questo calibro deve fare.

Luca Radaelli
Mi chiamo Luca ho 25 anni ed ho cominciato facendo delle imitazioni nella radio locale del mio pase (Radio Rebelot del centro giovani di Locate di Triulzi) conducevo con amici un programma di calcio ma, ovviamente, in modo divertente mettendoci dentro anche esperienze personali e scenette con le mie imitazioni che comprendevano Valentino Rossi, Ibrahimovic, Mourinho, Ligabue, Enrico Ruggeri, Javier Zanetti, Max pezzali e Silvio Berlusconi. Nel 2015,grazie ad un mio video, sono stato scelto per partecipare ad un evento della gara di Casting di Antonio Gallo alla tappa di Muggiò del giro d’Italia. Ad inizio 2016 ho cominciato a collaborare per una web radio R102, per la quale conducevo un Morning Show 3 volte a settimana dalle 8 alle 10. In questo “GOOD MORNING R102” mi occupavo di storie e curiosità di Personaggi famosi, atleti, film, cantanti ecc e di scherzi telefonici che registravo in settimana per poi mandarli in diretta Durante l’esperienza di R102 ho iniziato a collaborare anche con R23 MILANO, una web radio molto attiva sul suolo milanese tanto da convincermi a dedicarle tutte le mie attenzioni lasciando così R102. Per R23 ho condotto sempre un morning show dal nome “WAKE ME UP BEFORE YOU BOBO” Titolo che si ispira alla canzone “WAKE ME UP BEFORE YOU GOGO” che è anche la sigla. Il programma andava in onda 3 volte a settimana con due edizioni di due ore (Martedì e Giovedì dalle 10 alle 12) ed una di un’ora (Lunedì dalle 10 alle 11). Nella puntata di Lunedì mi occupavo di Calcio e sport dando risultati e notizie del week end, mentre nelle altre due puntate raccontavo notizie divertenti accompagnate da scenette ideate, fatte e montate interamente da me. Grazie al mio impegno per R23 sono arrivato a guadagnare la fiducia dello station manager che ha deciso di lasciarmi la libertà di organizzare eventi, parlare con comune e assessori per permessi ecc, di contattare chiunque sia interessato a noi e viceversa per poter organizzare qualcosa e ,soprattutto, selezionare, valutare e contattare gli ospiti per il programma di punta ovvero “COME VIENE VIENE” il mercoledì dalle 17 alle 19, programma che, grazie anche alla versione live streaming su facebook, mi ha dato grandi soddisfazione toccando le 20.000 visualizzazioni. Grazie a queste esperienze sono stato preso per qualche mese come collaboratore per una radio in FM “RADIO MILAN INTER” dove avevo il temporaneo ruolo di co conduttore per 3 volte a settimana affiancando Lapo De Carlo come opinionista sporivo. Ho cominciato anche a collaborare per RADIO PADANIA dove, affiancando il responsabile dello sport Graziano Campi, ci occupiamo delle notizie e dei risultati sportivi della settimana. Nell’ultimo periodo sono riuscito ad ottenere la fiducia di tutti e mi hanno affidato intere puntate da gestire da solo. Scrivo articoli di cinema per ZoomMilano

Nessun commento

Rispondi