Olimpia Milano attesa alla prova Stella Rossa Belgrado: ecco le ultime

Olimpia Milano attesa alla prova Stella Rossa Belgrado: ecco le ultime

0

olimpia-324x179 Olimpia Milano attesa alla prova Stella Rossa Belgrado: ecco le ultime Basket Sport

Milano – Alle 17.15 il piccolo aeroplano su cui viaggia l’Olimpia decolla da Malpensa per Belgrado. Terrà compagnia alla squadra anche da Belgrado a Brindisi e poi per il ritorno a Milano domenica notte. Le due trasferte sono state legate per ragioni di opportunità e per adattarsi al calendario severo che costringe l’Olimpia a non rispettare neppure le 48 ore di distanza tra una gara di EuroLeague e una di Serie A previste dal regolamento.

14 giocatori al seguito del match dell’Olimpia Milano

Pubblicità

Alla partenza da Milano, la comitiva comprende 14 giocatori. Tutte le scelte verranno fatte in luogo, tutti reclutati per l’allenamento di sabato pomeriggio al Pala Pentassuglia di Brindisi. Il primo stop ovviamente è Belgrado. Non si giocherà nella Stark Arena da oltre 22.000 spettatori che ospiterà le Final Four di EuroLeague in maggio ma com’è accaduto quasi sempre quest’anno alla “Asa Nikolic Hall”, la vecchia arena il cui nome originale è Pionir, da 5.878 spettatori ufficiali.

Partita fondamentale, match da vincere per l’Olimpia

Costruita nel 1973, ospitò gli Europei del 1975 quando la nazionale jugoslava terrorizzava l’Europa e spaventava gli Stati Uniti (un anno dopo avrebbe vinto l’argento olimpico a Montreal). Nel 1977 fu teatro della finale dell’allora Coppa dei Campioni che a sorpresa il Maccabi Tel Aviv conquistò contro la Mobilgirgi Varese di Bob Morse e Dino Meneghin, allenata da Sandro Gamba. L’ultima volta l’Olimpia ha messo piede in uno degli impianti più caldi e temuti d’Europa nel 2014 ma era solo un’amichevole prestagionale vinta contro il Partizan.

I precedenti tra Stella Rossa ed Olimpia Milano

Nel dicembre del 2011 invece vinse al Pionir sempre contro il Partizan una sorta di spareggio per accedere alle Top 16 di EuroLeague in un clima infernale. Il Pionir non è la casa di una delle squadre di Belgrado, viene utilizzato da entrambe, pur divise da una delle rivalità polisportive (calcio e basket soprattutto) più sentite al mondo. Ambedue i club sono nati dopo la guerra nel 1945. La Stella Rossa era espressione del movimento antifascista di Belgrado.

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi