Il marocchino spacciava, il tassista acquistava. Due arresti a Milano

Il marocchino spacciava, il tassista acquistava. Due arresti a Milano

polizia-300x201 Il marocchino spacciava, il tassista acquistava. Due arresti a Milano Cronaca Milano Prima Pagina   Una compravendita che si è consumata domenica sera su un taxi, nei pressi della stazione Centrale di Milano. Uno spacciava, l’altro consumava. Il commerciante e il suo cliente.  Lo spacciatore marocchino e il cliente italiano. A portare a termine l’operazione, che ha visto l’arresto dei protagonisti di questa vicenda, è stata la Polizia di Stato.

Il taxi dello spaccio

Domenica sera, nell’ambito dei servizi di prevenzione e contrasto allo spaccio di droga, a fnire in manette sono state due persone. Tutto è iniziato quando gli agenti hanno notato l’atteggiamento sospetto del cittadino straniero. Da via Napo Torriani lo hanno seguito sino a via Ugo Bassi, dove è entrato in un bar. Poco dopo l’uomo è uscito dal locale per salire a bordo di un taxi, sopraggiunto e fermatosi lì davanti, dal quale è sceso dopo qualche metro. La Polizia è intervenuta subito, bloccando il taxi. Alla vista dei militari, il conducente ha dichiarato subito di avere acquistato mezzo grammo di cocaina. E’ scattato immediato il ritiro della patente.

Arrestato lo spacciatore marocchino

Lo spacciatore, un cittadino marocchino di trentotto anni, è stato arrestato per spaccio di cocaina. Nella sua abitazione sono stati rinvenuti 5 grammi di droga, settecento euro in contanti ed il materiale per confezionare lo stupefacente. La Polizia ha sequestrato tutto.

Nessun commento

Rispondi