Giornata della Memoria. danneggiata targa in memoria di Angelo Fiocchi

Giornata della Memoria. danneggiata targa in memoria di Angelo Fiocchi

giornata-della-memoria-324x182 Giornata della Memoria. danneggiata targa in memoria di Angelo Fiocchi Costume e Società Cultura   A pochi giorni dalla ricorrenza del Giorno della Memoria è stata danneggiata una targa alla memoria posata in viale Lombardia 65 per Angelo Fiocchi, deportato a Mauthausen e assassinato nell’aprile 1945 ad Ebensee. L’anno scorso era capitato alla pietra d’inciampo dedicata a Dante Cohen e posta in via Plinio.

Immediato il commento di Giuseppe Sala: “Chi sfregia le Pietre d’Inciampo disonora Milano e i suoi cittadini. Non ci piegheremo mai di fronte a chi vuole cancellare la nostra Memoria”, queste le parole del sindaco meneghino.
Sulla vicenda è intervenuto anche Pietro Bussolati, capolista a Milano per il Pd alle Regionali, che ha ricollegato l’episodio alle recenti affermazioni di Attilio Fontana: “Un oltraggio gravissimo che oggi più che mai chiama in causa chi, solo ieri, si vantava di aver acquistato consensi parlando di razza bianca ed evocando istinti xenofobi di un passato ignobile. Si vergogni chi parla di razza”.

Pronta anche la replica leghista tramite le parole di Paolo Grimoldi: “Il clima di odio a Milano verso la comunità ebraica, confermato dall’odioso sfregio della pietra d’inciampo in viale Lombardia dedicata ad Angelo Fiocchi, il clima d’odio a Milano verso Israele e verso la storia del popolo ebraico, viene fomentato da alcuni estremisti immigrati islamici”

Nonostante l’accaduto, continuano le operazioni di posa di altre 26 pietre commemorative dedicate a partigiani, antifascisti e deportati ebrei.

articoli sullo stesso argomento

Nessun commento

Rispondi