Lisandro Lopez all’Inter. Il punto del nostro inviato Armando Garofalo

Lisandro Lopez all’Inter. Il punto del nostro inviato Armando Garofalo

0

inter, kimpembe, mercato, ausilio

Milano – Sembra ormai definitivo il passaggio del difensore Lisandro Lopez alla corte del club di corso Vittorio Emanuele. Avevamo già accennato precedentemente alle difficoltà numeriche relative al reparto centrale difensivo dell’Inter, evidenziate con enfasi da Spalletti stesso: ” Anche mia madre vede che ci manca un centrale “.

Arriva Lisandro Lopez, l’Inter si ferma qui?

Il difensore alla fine sta per arrivare e quindi il mister nerazzurro potrà tirare un sospiro di sollievo.

Chi è Lisandro Lopez?

Sbarca nella Milano nerazzurra un centrale particolarmente roccioso, come dimostrano i suoi 187 cm di altezza per un peso di 80 kg, e di sicura esperienza come rileva la carta d’identità ( l’argentino è un classe 1989).
Brutto cliente per gli attaccanti quando giocano spalle alla porta, non rinuncia ad assumersi l’onere di cominciare lui l’azione dal basso essendo dotato di una discreta tecnica di base.

Il suo cursus honorum

Vincitore del campionato argentino di clausura 2012 molto giovane attira immediatamente le attenzioni della selecion dove esordisce nel 2011. Non passerà molto tempo prima che qualche squadra europea lo noti.
Il suo passaggio al Benfica difatti è immediato. Così come lo è l’apposizione di una clausola rescissoria molto alta.
Successivamente viene ceduto in prestito in Spagna al Malaga dove è protagonista di un’ottima annata.
Ritorna quindi alla base l’anno successivo ma i rapporti con le Aquile sembrano non essere idilliaci. Qui alterna ottime prestazioni ad altre meno buone passando dalla panchina al campo con una frequenza disarmante. Il rapporto con la panchina sembra essere sempre più presente nelle ultime annate tanto che sia il giocatore che la società  portoghese si attivano al fine di trovare una soluzione che accontenti tutti. Un connubio mai decollato quello di Lopez con le Aquile. Fattore che ha inevitabilmente contributo a bloccarne il.percorso di crescita. L’alta discontinuità gli comporta anche l’esclusione dalla nazionale.

L’Italia nel destino

Lisandro Lopez era già in procinto di approdare in Italia, in particolare a Firenze sulle rive dell’Arno, già due stagioni fa. Il trasferimento sembrava ormai essere ai dettagli quando l’infortunio di Luisao ha costretto il club portoghese ad interrompere il passaggio dell’argentino alla corte dell’allora ct viola Paulo Sousa.
Finalmente il passaggio nel campionato italiano sembra materializzarsi per Lisandro Lopez che, dopo stagioni di alti e bassi in Portogallo, spera di poter trovare l’ambiente propenso a ritrovare quelle qualità che chiaramente si erano intraviste nei primi anni in Argentina e in Spagna.
Così come d’altronde lo sperano spalletti e l’Inter il cui arrivo di un centrale di affidamento è imprescindibile.
Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

articoli sullo stesso argomento