Inter, c’è un Alcantara alla corte di Spalletti?

Inter, c’è un Alcantara alla corte di Spalletti?

0

Inter contro Crotone 2017

Milano – Sembra che nelle ultime ore ci sia stata un’accelerata decisiva per il passaggio di Rafael Alcantara do Nascimento, meglio noto come Rafinha, alla corte dei nerazzurri. Il club blaugrana pare essersi convinto a lasciar partire il giocatore in prestito con diritto di riscatto, abbandonando l’idea di cederlo solamente a titolo definitivo.

Rafinha: duttilità al potere!

Rafinha è un centrocampista mancino che può ricoprire tutte le posizioni in mediana, dotato di una convinta predisposizione al palleggio, frutto della catechizzazione di stampo blaugrana, finalizzata alla cucitura tra i reparti, sia tra difesa e centrocampo, allorché può essere posizionato come perno basso davanti alla difesa, sia tra mediana e attacco, e all’occorrenza sulla trequarti.

L’utilità per l’Inter..

Questa la zona di campo dove verosimilmente si sente più a suo agio. come dimostrano assist e gol, rispettivamente 10 e 12 in 80 presenze con la maglia del Barcellona.

Ma c’è una forma da ritrovare: l’Inter saprà aspettarlo?

Rafinha è fermo ai box dall’Aprile scorso. Con tutta probabilità Ausilio e Sabatini non potranno mettere a disposizione della compagine nerazzurra un giocatore pronto fisicamente, rendendosi, pertanto, necessario un periodo di rodaggio, che servirà anche al giocatore per imparare a conoscere le diverse dinamiche che diversificano il campionato italiano rispetto alla Liga spagnola.

Valigie per Joao Mario?

Il possibile arrivo di un giocatore con le caratteristiche di Rafinha, che appaiono ricalcare per certi aspetti quelle di Joao Mario, sembra essere indicativa di una volontà ancor più marcatamente ostracizzante nei confronti del portoghese dai progetti, presenti e futuri, del club di Corso Vittorio Emanuele.

Di Armando Garofalo

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi