Rafinha, l’Europa League e il mercato: per il Milan sarà un Gennaio...

Rafinha, l’Europa League e il mercato: per il Milan sarà un Gennaio impegnativo

1

img_2068-324x304 Rafinha, l’Europa League e il mercato: per il Milan sarà un Gennaio impegnativo Calcio Sport   Milano-Sono iniziate le vacanze in quel di Milanello: campi svuotati dai giocatori che per almeno una settimana saranno lontani dal freddo del centro sportivo varesino per crogiolarsi al sole di qualche spiaggia esotica. Non esenti dal lavoro personalizzato datogli da Gattuso, alla ripresa troveranno una dirigenza sempre vigile sul mercato, come conferma stamane la Gazzetta dello Sport.

Un nome per il centrocampo

Pubblicità

Sempre attuale Jacub Jankto dell’Udinese: pare che qualche sera fa Massimiliano Mirabelli abbia avuto una cena con il suo agente Giuseppe Risio proprio per convincere il centrocampista ceco a trasferirsi a Milano. Duttile, di tanta corsa e anche di qualche goal, il ventun’enne friulano costituirebbe un’ottima alternativa al già ricco centrocampo rossonero.
Altro nome caldo e suggestivo è quello di Rafinha del Barcellona: l’arrivo di Coutinho (oggi la presentazione al Camp Nou) chiude gli spazi sia al centrocampista brasiliano che a Deulofeu, e dopo la corte estiva rossonera pare che Rafinha sia in rotta col suo club.
Anche l’Inter è però alla ricerca di un giocatore in quella zona di campo, e il talento figlio di Mazinho e fratello del bavarese Thiago farebbe al caso di entrambe le milanesi.

Paletta e la Serie A

Più volte Gattuso, da allenatore della primavera, ha elogiato Paletta per il suo comportamento esemplare e per l’applicazione negli allenamenti nonostante lo scarso utilizzo nella gestione Montella. Col minutaggio che non è cambiato sotto la gestione Gattuso, Paletta ha molti estimatori in Serie A come all’estero, ma per ora la sua intenzione pare essere quella di rimanere a Milanello per giocarsi le sue carte.

Gattuso e l’Europa League

Tra vacanze e mercato c’è un allenatore che si vuole tenere stretta la panchina del Milan: Gennaro Gattuso con il ciclo di risultati utili iniziato con la vittoria sull’Inter vuole dare il via alla costruzione di un Dna Milan che porti nuovi trofei in quel di Milanello. Della stessa opinione Paolo Condò che nella giornata di ieri si è espresso sulle possibilità Champions del Milan:
Non è da sottovalutare l’Europa League come strada alternativa per la Champions. Il Milan è qualificato come testa di serie e la competizione è un campo vergine che regalerebbe la Champions. Non va snobbata ma percorsa come merita.”

Simone Mannarino

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

1 commento

Rispondi