Polmetro Milano acchiappa borseggiatore. “Vun da men in gir”

Polmetro Milano acchiappa borseggiatore. “Vun da men in gir”

0

metropolitana linea giallaUn buon colpo per la Polmetro, la polizia che opera nelle stazioni e sui treni della metropolitana milanese. Sono quasi sempre in borghese e si mischiano fra la folla. Individuano i possibili borseggiatori e li tengono d’occhio fino a che non colpiscono. Ed è cosi che è caduto nella loro rete un borseggiatore albanese che aveva tentato di mimetizzarsi, vestendosi elegantemente e tenendo il cappotto sul braccio. Alla fermata Turati della linea gialla, approfittando dello scossone del treno della metropolitana in fermata, si è appoggiato a S.T., un uomo che viaggiava con la moglie e i figli. Nascondendo la mano sotto il cappotto, l’albanese ha estratto l’Iphone 5 dalla tasca posteriore del malcapitato.

In borghese su e giù lungo le le linee del metro

E’ stato però visto e fermato dagli agenti in borghese della polmetro che lo hanno prima fermato e poi arrestato. Il borseggiatore ha una sfilza di precedenti identici. Quindi stato portato in carcere. “Vun da men in gir”, si dice a Milano. L’ Iphone5 è stato restituito alla vittima del borseggio che non si era accorta di nulla e che ha calorosamente ringraziato i poliziotti.

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente, sul giornalino della parrocchia, l'Urlo. Tra il 1977 e il 1982 circa ho lavorato in una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Da 17 anni sono uno degli speaker radiofonici della più bella delle radio milanesi, RPL. Ho collaborato con quotidiani e settimanali, occupandomi di tutto, dalla cronaca allo sport. Come Web Content Specialist seguo blog e testate giornalistiche online. Ora mi occupo della redazione di Zoom Milano.