Milan arriva il Ludogorets: la squadra Bulgara piena di Brasiliani

Milan arriva il Ludogorets: la squadra Bulgara piena di Brasiliani

0

img_1485-324x177 Milan arriva il Ludogorets: la squadra Bulgara piena di Brasiliani Calcio Sport

Milano – Dall’urna di Nyon il Milan di Gattuso pesca il bulgaro Ludogorets. Andiamo alla scoperta di una colonia brasiliana nell’est Europa.

La storia e le vittorie

Pubblicità

Rappresentativa della città di Razgard, il Ludogorets occupa il primo posto della Parva Liga (Campionato Bulgaro) con 48 punti conquistati in 20 partite. La Rosa, composta da 26 giocatori ha un’età media di 27,6 anni e un valore di mercato pari a 45,2 milioni di euro complessivi.
Il suo allenatore, Dimitar Dimitrov, nella stagione 98/99 è stato selezionatore della nazionale Bulgara e il suo modulo preferito è il 4-2-3-1.

La squadra, fondata nel 2001, gioca nella Ludogorets Arena (12.500 posti) ed esordisce nel 2011/2012 nella massima serie bulgara.
Da quell’anno fa terra bruciata intorno a se vincendo ininterrottamente 6 titoli nazionali (2011/12 – 2016/17), due coppe di Bulgaria (stagioni 12/13 -13/14) e portando a casa anche due Supercoppe di Bulgaria (di cui una da neo promossa).

La squadra

Il 4-2-3-1 di Dimitar Dimitrov presenta nove giocatori Brasiliani, una vera e propria colonia che vede in Marcelinho il suo uomo rappresentativo.
Con 10 goal e 6 assist in 25 presenze stagionali, il trequartista classe ‘84 è il fulcro del gioco dei bulgari: Dimitrov lo schiera dietro l’unica punta Keseru (28 presenze, 12 goal e 9 assist stagionali).

Undici Classico: 4-2-3-1

Renan; Cicinho, Terziev, Plastum, Natanael; Campanharo, Sasha; Wanderson, Marcelinho, Lukoki; Keseru.

Il percorso in Europa League

Primo in campionato dove solo il CSKA Sofia tiene il suo passo, il Ludogorets si è potuto concentrare a pieno regime sul girone di Europa League. Eliminato al terzo turno preliminare di Champions League dall’Hapoel Beer Sheva (pallidi ricordi di San Siro nella scorsa stagione contro l’Inter), il Ludogorets entra nel girone C con Braga, Hoffenheim e Basakeshir, la nuova potenza del calcio turco che annovera fra i suoi giocatori Adebayor e Nasri.

Contro ogni aspettativa, i Bulgari ottengono 3 pareggi e due vittorie che regalano il secondo posto dietro al Braga. L’unica sconfitta arriva alla Ludogorets Arena, per 2-1, proprio contro i Turchi del Basakeshir, che concluderanno il girone al terzo posto con otto punti. Delusione del gruppo l’Hoffenheim, ultimo con cinque punti.

La sfida al Milan

Le due sfide al Milan si terranno il 15 e il 22 di Febbraio e saranno valide per i sedicesimi della competizione. Una colonia brasiliana affronterà la squadra europea che per tradizione ha ospitato più brasiliani nella sua storia. Un turno che si prospetta agevole per il Milan che dovrà tenere alta la tensione perché obbligato a passare il turno per non buttare la stagione.

Simone Mannarino

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi