L’ artigiano in fiera 2017

L’ artigiano in fiera 2017

Fiera-Artigianato-Milano-2017-324x123 L’ artigiano in fiera 2017 Costume e Società Fiere e mercati   Dicembre a Milano vuol dire tante cose, l’accensione dell’albero in galleria, le luci di piazza duomo, le bancarelle, le castagne ma soprattutto la fiera dell’artigianato: l’ artigiano in fiera.
La fiera dell’artigianato ci dona la possibilità di prenderci un giorno per lasciare a casa i nostri pensieri e le nostre “guerre” quotidiane per viaggiare per l’Italia e per il mondo, andando ad assaporare cibi ed usanze tradizionali.. Sono andato personalmente per potermi godere a pieno la fiera e raccontarla.

Il percorso

artigiano-in-fiera-324x216 L’ artigiano in fiera 2017 Costume e Società Fiere e mercati   Partiamo appunto dalla disposizione dei padiglioni e di ciò che racchiudono. La scelta del padiglione di partenza dipende quasi totalmente dall’ingresso che si decide di prendere. Ma andando con ordine, l’ingresso principale ci offre i padiglioni 1,2,3 e 4 che contengono la nostra amata nazione, partendo dalle particolarità delle nostre vette al nord fino ad arrivare alle isole del sud, passando chiaramente per tutte le regioni del centro. A mio avviso un’ottima iniziativa che permette a noi dal sangue nordico di assaporare pienamente il sud ed a chi il sud l’ha nel sangue ma vive qui a Milano, di sentirsi a casa. Il cibo la faceva da padrone e la cosa sicuramente non dispiace per niente, possiamo trovare facilmente prelibatezze che è raro trovare a Milano (panuozzo napoletano, bottarga sarda, dolci siciliani ecc.). L`ultimo padiglione a noi dedicato si concentra sulla pianura padana, con tutto ciò che la rappresenta, partendo dal design Milanese fino ad arrivare ai formaggi del trentino, passando chiaramente anche da Como,Venzezia ecc.

L`estero

Lasciata alle spalle la nostra amata Italia, ci immergiamo nell’Europa. I padiglioni 5 e 7, infatti, racchiudono: Francia, Belgio, Germania, Grecia, Austria, Irlanda, Inghilterra, ecc, e anche qui, ovviamente, sono cibo e bevande a “comandare “. Io personalmente ho apprezzato e gustato le birre Belga e tedesche, la famosa “pita” Greca e dell’ottima sangria spagnola. Non solo cibo e bevande ovviamente perché il tutto era accompagnato da svariati spettacoli di musica Irlandese. Una piccola parte del padiglione 5 è dedicata ad Africa ed Egitto, con le loro meravigliose sculture interamente fate a mano.

25276524_10213976915471957_1695940509_n-272x483 L’ artigiano in fiera 2017 Costume e Società Fiere e mercati

America e conclusione

I padiglioni finali sono i più particolari, si tratta del 14 e del 18 che ospitano rispettivamente Asia, America e Oceania. A dir poco spettacolare il mondo asiatico di Cina e Giappone, che mostrano le più grandi particolarità di questa affascinante cultura che li rappresenta. Per concludere ci si può immergere nei tanto rinomati USA. Qui possiamo trovare, oltre le classiche cibarie varie, anche i classici vestiti made in USA, dai cappelli caratteristici dei cowboy alle insegne delle strade più famose da poter appendere in casa per dare un tocco di originalità pienamente americana.

25317119_10213976915271952_720748524_o-324x182 L’ artigiano in fiera 2017 Costume e Società Fiere e mercati   Fare una sintesi della fiera è molto difficile, troviamo molto più di quello che ho provato a descrivere, per raccontarla al meglio ci vorrebbero ore e ore, pagine e pagine, e probabilmente non Basterebbero, insomma, conviene maggiormente andare a visitarla dal vivo. Quest’anno ormai siamo giunti al termine ma non preoccupatevi perché come sempre, a Dicembre, Milano è pronta ad ospitare il clima natalizio e soprattutto la mitica Fiera dell’artigiano.

Luca Radaelli
Mi chiamo Luca ho 25 anni ed ho cominciato facendo delle imitazioni nella radio locale del mio pase (Radio Rebelot del centro giovani di Locate di Triulzi) conducevo con amici un programma di calcio ma, ovviamente, in modo divertente mettendoci dentro anche esperienze personali e scenette con le mie imitazioni che comprendevano Valentino Rossi, Ibrahimovic, Mourinho, Ligabue, Enrico Ruggeri, Javier Zanetti, Max pezzali e Silvio Berlusconi. Nel 2015,grazie ad un mio video, sono stato scelto per partecipare ad un evento della gara di Casting di Antonio Gallo alla tappa di Muggiò del giro d’Italia. Ad inizio 2016 ho cominciato a collaborare per una web radio R102, per la quale conducevo un Morning Show 3 volte a settimana dalle 8 alle 10. In questo “GOOD MORNING R102” mi occupavo di storie e curiosità di Personaggi famosi, atleti, film, cantanti ecc e di scherzi telefonici che registravo in settimana per poi mandarli in diretta Durante l’esperienza di R102 ho iniziato a collaborare anche con R23 MILANO, una web radio molto attiva sul suolo milanese tanto da convincermi a dedicarle tutte le mie attenzioni lasciando così R102. Per R23 ho condotto sempre un morning show dal nome “WAKE ME UP BEFORE YOU BOBO” Titolo che si ispira alla canzone “WAKE ME UP BEFORE YOU GOGO” che è anche la sigla. Il programma andava in onda 3 volte a settimana con due edizioni di due ore (Martedì e Giovedì dalle 10 alle 12) ed una di un’ora (Lunedì dalle 10 alle 11). Nella puntata di Lunedì mi occupavo di Calcio e sport dando risultati e notizie del week end, mentre nelle altre due puntate raccontavo notizie divertenti accompagnate da scenette ideate, fatte e montate interamente da me. Grazie al mio impegno per R23 sono arrivato a guadagnare la fiducia dello station manager che ha deciso di lasciarmi la libertà di organizzare eventi, parlare con comune e assessori per permessi ecc, di contattare chiunque sia interessato a noi e viceversa per poter organizzare qualcosa e ,soprattutto, selezionare, valutare e contattare gli ospiti per il programma di punta ovvero “COME VIENE VIENE” il mercoledì dalle 17 alle 19, programma che, grazie anche alla versione live streaming su facebook, mi ha dato grandi soddisfazione toccando le 20.000 visualizzazioni. Grazie a queste esperienze sono stato preso per qualche mese come collaboratore per una radio in FM “RADIO MILAN INTER” dove avevo il temporaneo ruolo di co conduttore per 3 volte a settimana affiancando Lapo De Carlo come opinionista sporivo. Ho cominciato anche a collaborare per RADIO PADANIA dove, affiancando il responsabile dello sport Graziano Campi, ci occupiamo delle notizie e dei risultati sportivi della settimana. Nell’ultimo periodo sono riuscito ad ottenere la fiducia di tutti e mi hanno affidato intere puntate da gestire da solo. Scrivo articoli di cinema per ZoomMilano

Nessun commento

Rispondi