Elezioni regionali, Maroni è pronto per fare il bis

Elezioni regionali, Maroni è pronto per fare il bis

0

L’idea è quella di abbinare le elezioni regionali a quelle politiche. “E’ una cosa logica – afferma Roberto Maroni, presidente della Regione Lombardia – e in più si ridurrebbero i costi, non capisco le motivazioni di chi è contrario a questa soluzione“.  Lo ha detto oggi pomeriggio durante la conferenza stampa che si è svolta nella sede regionale.

Il precedente

La scelta di svolgere le due elezioni nella stessa giornata è già stata attuata nel 2013. Quella tornata elettorale portò bene a Maroni che, a guida della coalizione di centrodestra si impose sullo sfidante Ambrosoli del centrosinistra. Nello stesso giorno si votò anche per le elezioni politiche, dove prevalse il Partito Democratico di Pierluigi Bersani, che tuttavia non riuscì a trovare le condizioni per formare un governo. “Votare separatamente – ha aggiunto il Governatore – oltre a spendere inutilmente soldi pubblici, vuol dire chiamare i lombardi alle urne piu’ volte il prossimo anno. Poi non lamentiamoci se la gente non va a votare“.

La scadenza naturale della legislatura

Le elezioni regionali dovrebbero tenersi in un periodo che è compreso tra gennaio ed aprile, considerato che cinque anni fa si è votato a febbraio. Per andare oltre questo termine servirebbe una legge appositamente votata dal Parlamento, ma le condizioni per poterla fare pare che non ci siano. Una volta stabilita la data, sarà poi la Prefettura a dover mettere in moto la macchina organizzativa stabilendo il calendario con cui dovranno essere presentate le liste, le candidature e indetti i comizi.

Maroni vuole fare il bis

Al termine dell’incontro con la stampa, incalzato dalle domande dei giornalisti, Maroni ha risposto ironicamente: “Io faccio il Governatore, quando verranno depositate le liste scoprirete chi e’ il candidato. Ho letto – ha scherzato – che i candidati saranno Maroni, Gori e Violi. Quindi, bene cosi’. Avete obiezioni? Io no“. Anche se non in maniera ufficiale, è già iniziata la campagna elettorale, che si prevede accendersi dopo le festività. Intanto è ufficiale che a sostenere la ricandidatura del governatore uscente, oltre alle tradizionali liste di centrodestra sarà presente ancora la Lista Maroni, che cinque anni fa fu decisiva per la sua vittoria.

Nessun commento

Rispondi