Montella in conferenza: squadra unita che punta all’Europa League. In campionato risaliremo...

Montella in conferenza: squadra unita che punta all’Europa League. In campionato risaliremo grazie alla coesione.

0

img_1134-324x212 Montella in conferenza: squadra unita che punta all’Europa League. In campionato risaliremo grazie alla coesione. Calcio Sport

MILANO –

Pubblicità

Vincenzo Montella presenta la gara di Europa League che domani sera vedrà il Milan affrontare l’Austria Vienna tra le mura amiche di San Siro.
Un Montella deciso e pronto ad assumersi le responsabilità per i problemi che stanno affrontando i suoi attaccanti.

ATTACCO A SECCO E INFORTUNI

“Nonostante aver eseguito tredici tiri contro il Napoli siamo riusciti a segnare un solo goal. Dobbiamo migliorare sia sotto porta, sia nella creazione del gioco. Sono il primo responsabile se non arrivano abbastanza palloni ai nostri attaccanti, dovremo migliorare.”

“Suso sta recuperando – come conferma il medico sociale Melegati – ma non sarà a disposizione. Le due punte saranno un’opzione”.

Insieme a Suso, la partita di domani vedrà ai box anche Romagnoli per influenza e Abate per un problema al tendine d’achille.
I lungo degenti Calabria e Conti proseguono invece nel recupero che verrà eseguito nei tempi canonici.

IL MOMENTO DEL MILAN E L’EUROPA LEAGUE

“Come succede per la mia posizione – continua Montella – anche quella del Milan e della nuova società è continuamente sotto i riflettori. Sono convinto che ci rialzeremo ma queste voci ora non contano.”

“L’Europa League è un nostro obbiettivo, anche se non l’unico. Sarà fondamentale conquistare la qualificazione già domani così da poterci concentrare sul campionato. Affronteremo squadre sotto di noi in classifica e il nostro dovere sarà fare punti: l’obbiettivo è risalire verso le zone alte il prima possibile.”

LA SQUADRA E RODRÍGUEZ

“La squadra è coesa. Ieri la cena è stata spontanea e Patríck (Cutrone) ha onorato la scommessa del primo goal in serie A. Vedo ragazzi decisi a continuare sulla strada di un percorso comune e non posso che essere felice di questo. Il Milan deve tornare dove gli compete, e ora servono risultati.”

“Rodríguez non ha giocato a Napoli per mia scelta. Aveva una leggera forma influenzale e non ho voluto rischiarlo. Con me ha sempre giocato e non è vero che lo considero alternativo a Romagnoli. Domani ci sarà.”

E con Rodríguez ci saranno Zapata e Bonucci a proteggere la porta di Donnarumma. Montella opterà per un centrocampo folto dove presumibilmente Biglia riprenderà il suo posto al fianco di Kessiè e uno tra Montolivo e Locatelli.
Borini sulla fascia destra è invece più di una certezza, mentre a sinistra sarà riproposto Bonaventura. Davanti Cutrone sarà sicuramente titolare (ultima volta il 10 settembre in Serie A), al suo fianco Andrè Sílva.

Seduta di rifinitura per il Milan questo pomeriggio: Montella tenterà di instillare nei suoi tutta la fiducia mostrata in conferenza per riportare tranquillità e sopratutto punti in quel di Milanello.

Simone Mannarino

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi