Milano piange la morte di Eugenio Monti Colla, il re delle marionette

Milano piange la morte di Eugenio Monti Colla, il re delle marionette

Una vita appesa ad un filo, insieme alle sue marionette a cui ha dedicato una vita intera. E’ morto Eugenio Monti Colla, direttore artistico della Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli, una delle più conosciute compagnie del mondo. E’ una storia con alle spalle quasi tre secoli di attività quella di questa compagnia, i cui spettacoli ancora oggi sono apprezzati in tutto il mondo da un pubblico di giovani e adulti.  “Vogliamo ricordarlo così, immerso in quel mondo fatto di meraviglia e di poesia che continuerà a vivere in ogni suo spettacolo“, hanno commentato su Facebook gli amici ed i colleghi della compagnia, pubblicando l’immagine che accompagna questo articolo.

Una storia di successi internazionali

Dall’attvità al Teatro Stabile di Marionette (1906-1957) per arrivare a quella del Teatro Gerolamo di Piazza Beccaria a Milano, passando per l’Ambrogino d’oro ricevuto nel 1996 dal Comune di Milano e per il “Sigillo longobardo” conferito dalla Regione Lombardia,  la famiglia Colla ha impresso il suo ruolo da protagonista in un’arte di nicchia ma apprezzata da un pubblico trasversale, senza distinzioni di classe sociale o di età.  I successi sono stati portati anche all’estero, raccogliendo soddisfazioni e riscontri anche a livello internazionale.  La Compagnia ha partecipato a festival di grandissima risonanza come quelli di Edimburgo (1983), il Festival d’Automne a Parigi (1984, 1987), La Biennale Teatro a Venezia (1985), il Festival of Three Worlds a Charleston negli Stati Uniti (1987, 1989), il I Festival di Teatro Italiano a Mosca (1990), il Fundateneo Festival di Caracas (1991), Italiana a Buenos Aires (1992), Europa Festival Praga e Budapest (1993) e poi ancora piazze importantissime quali Berlino, Freiburg, Nancy, Canterbury, Amsterdam, Leuven, Colonia, Francoforte, Barcellona, Amiens, Città del Messico. Nel 2007 viene realizzato “Macbeth”, presentato per tre settimane a Chicago e per due settimane al New Victory Theater di New York.

Gli spettacoli di oggi

L’arte delle marionette è stata portata avanti da Monti Colla fino all’ultimo, dimostrando tutta la sua passione.  Fino al 26 novembre lo spettacolo proposto è “La lampada di Aladino”, in scena a Milano. Il cartellone di impegni prevede nelle prossime settimane impegni, reduci da successi nazionali ed esteri come Lisbona e Sarajevo, che si protrarrà fino a giugno.

Il cordoglio dei milanesi e dei lombardi

Milano perde oggi un protagonista illustre  del mondo dello spettacolo, erede di un’antica tradizione d’arte e anima di una compagnia storica che ha promossoprodotto, diffuso l’arte delle marionette in tutto il pianeta”, ha dichiarato Filippo Del Corno, assessore alla Cultura del comune di Milano. “Ha lavorato fino all’ultimo mettendo a disposizione del pubblico la sapienza antica di un mestiere, la saggezza di una lunga esperienza, l’intelligenza di una cultura profonda e un talento che si rinnovava ogni giorno a contatto con gli spettatori di tutto il mondo”. Anche Cristina Cappellini assessore alle Culture, Identita’ e Autonomie di Regione Lombardia, ha espresso parole di cordoglio appena appresa la notizia: “Milano e la Lombardia perdono un grandissimo professionista che ha fatto sognare grandi e piccoli. Un mondo fantastico, quello delle marionette, che oggi perde il suo massimo esponente. Eugenio Monti Colla ha rappresentato per tutti noi un pezzo di storia, arte ed identita’ milanese“.

I funerali si svolgeranno giovedì 23 novembre alle  ore 14.45 nella Chiesa Rossa di Milano, in via Montegani.

Nessun commento

Rispondi