Anche Di Pietro interpellato sulla morte di Yara Gambirasio

Anche Di Pietro interpellato sulla morte di Yara Gambirasio

yara gambirasioCome ben sapranno tutti del caso di Yara Gambirasio, la giovane uccisa, secondo il tribunale, da Massimo Bossetti ad oggi condannato all’ergastolo, si sono occupati, oltre che inquirenti e magistrati in attività, anche giornalisti, detective privati, intrattenitori televisivi, con trasmissioni ed inchieste,. All’appello mancava solo l’ex Pm di Mani pulite Antonio di Pietro. O meglio, mancava fino ad oggi. E ‘ infatti di oggi la notizia che la moglie di Bossetti, che da sempre ha creduto all ‘ innocenza del marito, si è rivolta a Di Pietro per un “consulto”. E’ lo stesso Di Pietro, in una dichiarazione rilasciata alla stampa, a rivelarlo. Di Pietro, inoltre, ci ha informati di aver incontrato la Signora Comi nella sua casa di Curno, in provincia di Bergamo, e che l’incontro si è svolto in un clima piuttosto teso.

Il motivo, spiega Di Pietro, è il seguente: “Ho indicato alla moglie di Bossetti gli unici due motivi del ricorso in Cassazione che a mio avviso potrebbero avere qualche possibilità remota di essere accolti e cioè che i reperti non sono andati distrutti e quindi la perizia si può rifare. E poi il diritto alla difesa è stato leso perché la comparazione dei reperti è stata fatta in assenza degli avvocati di Bossetti. Purtroppo però”, continua Di Pietro, “i familiari di Bossetti vogliono insistere sulla denuncia agli inquirenti che avrebbero fatto una montatura”.

Donatella Magnoni
Sposata, ho 2 figli. Appassionata da sempre di politica, letteratura, storia e Sport. Juventina dalla nascita e per sempre. Altra mia passione è Lombardia che amo da Nord a Sud, da Est a Ovest.