Alla ripresa del Campionato il Milan cerca la svolta anche in classifica:...

Alla ripresa del Campionato il Milan cerca la svolta anche in classifica: diciotto punti disponibili da qui a Natale per Montella e i suoi uomini

0

img_0890-324x199 Alla ripresa del Campionato il Milan cerca la svolta anche in classifica: diciotto punti disponibili da qui a Natale per Montella e i suoi uomini Calcio Sport

MILANO –

Pubblicità

Facciamo un salto in avanti e sfruttiamo l’ufficialità del calendario festivo, per superare le partite delle Nazionali e affacciarci già alle prossime gare che aspettano i rossoneri.

CAPITOLO CAMPIONATO

Il Milan, al ritorno sui campi della Serie A, affronterà la capolista Napoli: una vera e propria prova di maturità e forza per gli uomini di Montella che dovranno reggere l’urto di una squadra lanciata alla caccia del titolo.

Tredici i punti che dividono le squadre, ma i dati che fanno più rumore sono quelli relativi ai goal segnati e incassati:
18 quelli messi a segno dal Milan, ben 32 quelli partenopei, sottolineando la differenza abissale che in questo momento c’è fra i due attacchi.

La sfida al Napoli aprirà un ciclo di sette partite che condurranno a Natale: Torino, Benevento, Bologna, Verona e Atalanta (nell’ordine) fino alla Fiorentina, nella partita dell’ultimo week end del 2017.
Tutte partite abbordabili insomma che, eccezione fatta per la trasferta di Firenze, potrebbero ridare forza alla squadra nelle proprie idee e sopratutto ridare punti ad una classifica ora abbastanza deficitaria.
I 19 punti e il settimo posto in classifica sono troppo poco per una squadra condannata dal proprio mercato e dalla propria storia al minimo piazzamento Champions.

Il 6 Gennaio, giorno dell’Epifania, il Milan aprirà il girone di ritorno con la sfida al Crotone nelle mura di San Siro, per poi osservare due settimane di pausa fino al week end del 21 gennaio 2018.

CAPITOLO EUROPA LEAGUE

Con 8 punti in quattro partite il Milan conduce il girone D dell’Europa League davanti ad AEK Atene (6 pt.), Austria Vienna (4 pt.) e Rijeka (3 pt.).

Le due partite rimaste contro gli austriaci a San Siro e contro il Rijeka in Croazia, dovranno portare alla qualificazione come primi nel girone per avere la certezza di non affrontare nel turno successivo le grandi nobili del calcio europeo come Borussia Dortmund, Siviglia e Atletico Madrid che è rischiano l’eliminazione nei propri gironi di Champions League.

Una competizione che dunque si farà più interessante al termine di un girone in cui il Milan ha il dovere di passare come prima classificata.

Simone Mannarino

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale. Tifoso del Brasile in questi mondiali che Zoom ha raccontato fino alla vittoria finale della Francia. Immerso in nuovi progetti per la prossima stagione ora che i mondiali ci hanno salutato.

Nessun commento

Rispondi