Torna il “classico” del basket italiano: l’Olimpia Milano sfida la Virtus Bologna

Torna il “classico” del basket italiano: l’Olimpia Milano sfida la Virtus Bologna

0

olimpia-5-324x179 Torna il "classico" del basket italiano: l'Olimpia Milano sfida la Virtus Bologna Basket Sport

Milano – Il “Clasico” del basket italiano va in scena questa sera al Mediolanum Forum, con 42 scudetti e cinque titoli europei in campo per una gara che a Milano si è giocata 84 volte. L’Olimpia ha una striscia di otto vittorie consecutive in questa sfida che lo scorso anno non si è giocata a causa della precedente retrocessione bianconera in A2, prontamente cancellata.

Le sconfitte contro Venezia e Sassari

Pubblicità

Ambedue le squadre vengono da una sconfitta: l’Olimpia ha perso per la prima volta in Italia nella gara di Sassari, Bologna ha perso in casa contro Venezia sperperando 17 punti di vantaggio (erano stati 18 a Trento nell’altra sconfitta della Virtus).

Quanti ex in campo nelle fila Vu Nere..

Tanti ex in campo: Alessandro Gentile, il più atteso ovviamente per il suo ruolo nella storia dell’Olimpia, ma anche Simone Fontecchio, Pietro Aradori, Stefano Gentile e Oliver Lafayette. Si gioca alle 20.45.

I precedenti tra Olimpia e Virtus

Virtus Bologna contro Olimpia Milano è una delle grandi classiche del basket italiano. Si tratta delle due squadre che hanno vinto più scudetti, 27 l’Olimpia e 15 la Virtus. L’Olimpia ha anche vinto tre volte l’equivalente dell’attuale EuroLeague, la Virtus l’ha vinta due volte. I precedenti dicono 97-71 per l’Olimpia. A Milano, il bilancio è 64-20 per l’Olimpia ma c’è stata anche una gara in campo neutro, quarti di finale di Coppa Italia, a Torino nel 2012, vinta sempre dall’Olimpia.  A Bologna siamo 51-33 per la Virtus.

Le vittorie dell’Olimpia Milano

L’Olimpia ha vinto le ultime otto partite della sfida, cinque nella stagione 2014/15 quando vinse il quarto di finale dei playoffs per 3-0. Nella storia dei playoffs, la Virtus Bologna e l’Olimpia Milano si sono giocate lo scudetto solo due volte. Nella stagione 1978-79 la Banda Bassotti di Dan Peterson a sorpresa arrivò all’atto conclusivo della post-season contro la fortissima Virtus allenata da Terry Driscoll. Non ci fu storia e la Virtus vinse 2-0 (si giocava al meglio delle tre gare). Fu molto più combattuta la finale della stagione 1983/84: la Virtus vinse gara 1 a San Siro e conduceva anche gara 2 per chiudere i conti quando Dino Meneghin venne espulso per proteste.

Che rimonta nell’ 1983-84 tra Milano e Bologna…

Nonostante la perdita del suo centro, l’Olimpia eseguì una strepitosa rimonta e andò a vincere 75-71 rinviando l’assegnazione dello scudetto alla “bella” da giocarsi a Milano. L’Olimpia dovette giocarla senza Meneghin squalificato. Ne venne fuori una gara punto a punto che venne risolta dalla Virtus. La schiacciata di Roberto Brunamonti diventò simbolo dello scudetto della Virtus, il decimo della sua storia. La partita si concluse 77-74. In tutto nei playoffs, le due formazioni si sono affrontate 23 volte, bilancio 12-11 Olimpia nelle singole gare. E’ 4-3 Virtus invece nelle singole serie.

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi