img_0615-324x237 Montella e Montolivo in conferenza: nessun malumore, andiamo ad Atene per vincere Calcio Sport

MILANO –

Pubblicità

La conferenza stampa di Vincenzo Montella e Riccardo Montolivo inizia, nella pancia dello stadio Olimpico di Atene, con l’ossimoro dell’accostamento tra chi vorrebbe giocare di più e chi fino a questo momento gli ha preferito altre soluzioni.
Si è letta e sentita qualsiasi cosa riguardo al fatto che l’ormai ex capitano rossonero fosse contro il suo allenatore e che ci fosse tempesta negli spogliatoi.
La conferenza ha disteso i toni e preparato ad una partita quanto mai decisiva.

MONTOLIVO E MONTELLA

VM:
“Con Riccardo non ho avuto altro che colloqui normali tra giocatore e allenatore. Lui vuole giocare di più e io devo fare delle scelte. Abbiamo cambiato tanto da luglio ed è normale che ci siano delle rotazioni. Domani mi aspetto una reazione.”

RM:
“Il mister ha ragione, abbiamo letto troppo su quello che stava succedendo ma nulla era vero. Abbiamo avuto dei confronti,com’è normale che sia. Io devo mettere semplicemente l’allenatore nella condizione di dire che sta sbagliando a tenermi fuori.”

L’EUROPA E IL MILAN

VM:
“Non sono scaramantico, non baratterei una sconfitta domani con la vittoria della coppa. In campionato risaliremo e in coppa l’obbiettivo di domani è consolidare il primato. In futuro vedremo gli obbiettivi, ora conta fare risultato.
Il nostro AD (Marco Fassone) vuole risultati? Beh li voglio anch’io.”

RM:
“L’Europa è la casa del Milan per la storia di questa società. In campo però purtroppo non va la storia e siamo noi a dover dimostrare di meritarci il ritorno nell’Europa che conta.”

AEK ATENE E IL GIGANTE DORMIENTE

VM:
“Il tecnico dell’Aek ci ha definito un gigante dormiente? Speriamo dormano loro domani. Abbiamo davanti una squadra tosta e veloce come si è visto all’andata e dovremo essere bravi nel far valere la nostra superiorità nei singoli.”

Concludendo su Antonelli:
“La convocazione non è stata fatta per scelta tecnica, il ragazzo sta bene.”

Conferenza stampa più breve del solito, dettata anche dall’esigenza di trovare la serenità prima di una partita importante. C’è la sensazione che oggi rappresenti lo svincolo definitivo: o il Milan rinasce o si affonda del tutto.

PROBABILE FORMAZIONE:

Donnarumma tra i pali sarà difeso da Bonucci (tornato dalla squalifica), Musacchio e Romagnoli a ricomporre la difesa titolare scelta da Montella. A centrocampo Borini e Rodríguez agiranno sulle fasce con Montolivo e Locatelli registi (Biglia neanche convocato, e salterà molto probabilmente anche il Sassuolo). Col dieci Calhanoglu dietro ai due giovani rossoneri Andrè Silva e Cutrone.

Simone Mannarino

Simone Mannarino
Dottore in Storia con specializzazione in storia del Giornalismo alla statale di Milano e aspirante giornalista, ricerca un approccio diverso ai fatti e ai contesti in cui si sviluppano. Innamorato del calcio e dello sport in generale, collabora con NumeroDiez e ZoomMilano tra un viaggio e l'altro.

Nessun commento

Rispondi