Halloween: la paura viene a scuola

Halloween: la paura viene a scuola

lapidi-324x243 Halloween: la paura viene a scuola Costume e Società Curiosità   A Milano, esiste una scuola dove è possibile trovare le lapidi dei professori, ma tranquilli, sono ancora tutti vivi, anche se qualche studente potrebbe arrivare a desiderare il contrario, prima di un compito in classe.
Queste lapidi sono solo una piccola parte dell’allestimento per la festa di Halloween. La scuola media Puecher, che fa parte dell’istituto comprensivo Rinnovata Pizzigoni, è fra le pochissime scuole in cui si organizza una festa per questa ricorrenza, che diversamente da quanto si crede, non è americana ma di origine Europea, e con diversi nomi, veniva un tempo festeggiata anche un po’ in tutta la nostra penisola.
Oggi, quello che un tempo si chiamava Samonios, è diventato qualcosa di molto diverso da ciò che era in origine, non si accoglie più l’anima dei propri antenati offrendo loro del cibo, ma si preferisce festeggiare in modo divertente questa ricorrenza, anche per smitizzare e combattere le paure che noi tutti abbiamo, nei confronti del mondo sottile e impalpabile abitato da coloro che un tempo erano vivi.

Halloween, ma non solo

Pubblicità

Spesso,  i nostri ragazzi vivono la scuola come un luogo dove si è costretti ad andare e, una volta terminate le lezioni,  a pochi verrebbe in mente di tornare, ma la Puecher non è così. Certo, si studia e ci si prepara, ma contemporaneamente, in questa scuola è anche possibile divertirsi e sviluppare la propria attitudine alla creatività, cosa che non tutti gli istituti milanesi e non, permettono.  Ci sono perciò attività teatrali, musicali e artistiche oltre ovviamente, alle regolari lezioni. Queste attività si svolgono in quella che viene chiamata “la tana” un vero e proprio centro di aggregazione per i ragazzi, dentro la scuola; è in questo vasto spazio da poco completamente ristrutturato che si svolgono le feste con musica balli, buffet e molto altro ancora, come, appunto, la festa di Halloween.

Scherzetto o… Scherzetto?

Ma per entrare alla festa, bisogna pagare un prezzo, e non sono semplicemente i 3 euro necessari per l’entrata,  che serviranno a coprire parte delle spese delle future feste, dato che ovviamente, non si festeggia solo Halloween.
Il prezzo che si deve pagare, è la paura, di dover percorrere i sotterranei della scuola, dove insegnanti e genitori, hanno allestito un percorso del terrore,  con numerose terrificanti trappole.
Sarà poi compito del canale youtube e della pagina facebook “Puecherinside” diffondere notizie e novità su eventi come questo, anche grazie al corso di giornalismo tenuto sempre all’interno della scuola.
Ma sono moltissime le iniziative a cui partecipa questo istituto: tra queste, #IoLeggoPerchè, un contest dove è possibile acquistando dei libri,  donarli alle biblioteche scolastiche in modo da arricchirle di contenuti. Non meno importante è lo spazio Worm, un sotterraneo adiacente alla scuola che per molto tempo è rimasto inutilizzato e nel peggior degrado. Recuperato dai professori e dai genitori della scuola organizzati in un gruppo chiamato “Rumors” grazie anche, anzi, sopratutto ad un finanziamento della “The Gabriele Charitable Foundation“.  In questo spazio ora si organizzano mostre e vere e proprie gallerie artistiche, con opere realizzate dai ragazzi e dai professori che insegnano arte.

Joni Preti
Appassionato di tutto quello che riguarda Milano, il suo passato, il suo presente e il suo futuro, amo tanto gli antichissimi siti e reperti archeologici, quanto i grattacieli e le nuove infrastrutture. Scrivo articoli e realizzo video sul mio canale youtube, anche in dialetto Milanese. https://www.facebook.com/jonivideomaker/

Nessun commento

Rispondi