Basket: Olimpia Milano, il giorno dopo e il rammarico per il Fenerbahce

Basket: Olimpia Milano, il giorno dopo e il rammarico per il Fenerbahce

0

Milano – La sfida ai Campioni d’Europa si rivela punitiva per un’Olimpia eroica nella sua resistenza, mai doma, capace di giocare forse oltre i propri livelli di intensità come aveva chiesto il Coach Pianigiani, arrivando davvero vicino alla vittoria, sfuggita al supplementare, rientrando da meno otto nella volata finale, attaccando ogni rimbalzo, ogni palla vagante, cercando risorse difensive e offensive inaspettate.

A|X ARMANI EXCHANGE MILANO-FENERBAHCE ISTANBUL 86-92

21-23; 38-37; 54-64; 80-80

MILANO: Goudelock 9, Micov 15, Kalnietis 3, Tarczewski 4, Cinciarini ne, Cusin, Abass ne, M’Baye 16, Theodore 15, Jefferson, Bertans 16, Gudaitis 8. All. Pianigiani

FENERBAHCE: Thompson 10, Melli 15, Hersek ne, Mahmutoglu ne, Wanamaker 16, Sloukas 17, Nunnally 6, Guduric 4, Vesely 8, Guler ne, Duvertoglu, Datome 16. All. Obradovic

Tiri da 2 MI 15/35 FI 27/42 Tiri da 3 MI 11/26 FI 10/25 Tiri liberi MI 23/26 FI 8/12 Rimbalzi MI 28 (Tarczewski 6) FI 37 (Melli 11) Assist MI 13 (Theodore 7) FI 19 (Sloukas 9).

Olimpia Milano, ko all’overtime

L’Olimpia Milano mette la testa avanti con un jumper di Micov e un gioco di prestigio di Theodore. La risposta è violenta: dopo Vesely segna Nunnally da tre mentre una tripla di Micov è respinta dai ferri in modo beffardo. Wanamaker fa 2+1, Coach Pianigiani è costretto al time-out quando l’Olimpia scivola di nuovo a meno cinque.

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!