Milan: pessimismo Kalinic, ci sarà André Silva dal 1′?

Milan: pessimismo Kalinic, ci sarà André Silva dal 1′?

0

Milano – A tre giorni dal derby la squadra di Montella si ritroverà alle 16:00 sul campo di Milanello per svolgere l’unica seduta di allenamento prevista per la giornata.
Ad anticipare la prima sessione condotta da Mister Montella dopo il ritorno di tutti i nazionali la Q&A di Filippo Galli, Alessio Romagnoli e Mateo Musacchio pronti a rispondere alle domande del mondo social rossonero.

La Q&A

I riferimenti al derby dello scorso anno (goal di Zapata al minuto numero 97) sono molteplici come i tifosi che chiedono un altro goal ad Alessio Romagnoli o un primo goal a Mateo Musacchio.

Collegati da tutto il mondo i tifosi ricevono risposta direttamente dai giocatori, motivati per il Derby in arrivo:

“Siamo motivati per il derby, è una partita che si prepara da sola e le motivazioni sono tutte in quanto il Milan deve fare bene.” Risponde Romagnoli alle domande sul derby, seguito a ruota da Musacchio:

“La squadra è concentrata per la partita e sappiamo che è fondamentale. Abbiamo tanta voglia di vincere.”

Tanta voglia di portare a casa bottino pieno dunque per un Milan che ne ha disperato bisogno: in caso di sconfitta diventerebbero 10 i punti di distacco dall’Inter dopo solamente otto giornate, una situazione di classifica di certo non rassicurante.

Le condizioni fisiche e l’allenamento

Chi è il più difficile da marcare in allenamento?

“Assolutamente Suso” secondo Musacchio.
Romagnoli invece: “tutti sono grandi giocatori, non ce n’e uno più difficile. Certo, Suso ti fa impazzire.”

Su Andrè Silva:
“È un ragazzo molto forte a cui piace tenere la palla tra i piedi, crescerà molto.”

Concludendo: “In squadra non abbiamo nessun rituale particolare prima dei match, ognuno si prepara come più preferisce” secondo Romagnoli, mentre Galli racconta di Liedholm che sceglieva prima il numero del casello autostradale e del modo particolare di salire i gradini dello stadio di Ramaccioni.

Milano verso il derby

Conferenza tra il serio e il faceto che fa da contraltare alla preparazione intensa in vista del match di domenica sera che vedrà protagonisti i rossoneri in questi tre giorni di vigilia. Finalmente tornati alla base tutti i nazionali Montella potrà eseguire le prime prove di formazione vera e i primi lavori tattici in preparazione all’avversario da affrontare.

La difesa, recuperato Musacchio, sarà molto probabilmente composta dal terzetto titolare. A centrocampo pochi dubbi con Biglia e Kessiè in mezzo e Borini con Rodriguez sulle fasce. Bonaventura e Suso agiranno presumibilmente da mezze punte dietro al centravanti.

Scalpita André Silva, out Kalinic?

Il centravanti di domenica è un’incognita che probabilmente Montella scioglierà sabato sera o addirittura nella giornata di domenica. Kalinic sarebbe il prescelto ma l’infortunio patito contro la Roma lo sta tenendo lontano dal campo e dal resto della squadra e vista la condizione di Andrè Silva forzare il recupero del croato sarebbe deleterio.

Il portoghese viene dal goal contro la Svizzera che ha dato la qualificazione diretta alla sua nazionale per Russia 2018 per un totale di 11 goal in 17 gare con la maglia del Portogallo.
Uno score impressionate per un ragazzo che ha solamente 21 anni.

Starà a Montella, al netto delle condizioni di Kalinic, decidere chi schierare di fianco alle due ali rossonere tornate titolari dopo un periodo di appannamento.

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi