Europa League, Milan parla Montella: “Voglio continuare qua per molto”

Europa League, Milan parla Montella: “Voglio continuare qua per molto”

0

og-default-324x170 Europa League, Milan parla Montella: "Voglio continuare qua per molto" Calcio Sport

Milano – Ore 18:54 del 26 Settembre 2017: Vincenzo Montella annuncia tramite Twitter l’avvenuta separazione con il preparatore atletico Marra.
Sottolineando il rapporto di amicizia fraterna, il Mister rossonero ha preso questa decisione per le differenti vedute in sede di preparazione atletica: primo tassello individuato per la ripartenza del suo Milan.

Parla Montella

Pubblicità

Ore 13:00 del 27 Settembre 2017 Vincenzo Montella si siede nella sala conferenze di Milanello al fianco del Capitano Leonardo Bonucci per presentare la partita di domani contro il Rijeka in Europa League e per commentare la situazione in cui la squadra rossonera versa. 

Montella risoluto: avanti tutta

E’ un Montella volenteroso, quello che si approccia alla conferenza stampa pre Rijeka. Subito alle domande su Marra risponde sicuro:

Marra non era il problema. E’ come se fosse mio fratello, poi le differenti visioni sono un’altra cosa. Non c’era più sintonia e di conseguenza non vi erano più i presupposti per comunicare serenità ai ragazzi.”
 
Ma le domande si spostano rapidamente sul momento della squadra e soprattutto sulle parole che si sono lette in questi giorni relative al possibile esonero proprio del Mister rossonero:
Io desidero allenare questa Squadra. Ho le energie per allenarla e ho individuato alcune cose che non vanno bene e che andranno cambiate, a partire dalla preparazione atletica su cui mi sento preparato.”
 
Sulla Società:
Fassone e Mirabelli mi sono sempre molto vicini e mi lasciano carta bianca sia in fatto di staff sia in fatto di scelte tecniche. Siamo d’accordo sul non voler fare più determinate figure e le soluzioni arriveranno a breve.
 
Continua con un accenno alla partita di domenica per poi concentrarsi sulle prossime sfide che caratterizzeranno il calendario del Milan: 

Domenica abbiamo completamente sbagliato approccio. C’è da dire che molti tra i ragazzi non sono abituati a giocare tre partite alla settimana e il calo mentale, su cui dobbiamo lavorare, è dipeso da questo. Non è possibile che una squadra gloriosa come il Milan abbia questi cali mentali di conseguenza lavoreremo per abituarci al numero elevato di partite. 
I miei giocatori sono molto forti però, sono arrivati dal mercato giocatori pronti e giocatori giovani che nel prossimo futuro faranno il bene del Milan. Con o senza di me
.”

Bonucci e il Rijeka

Il calendario ci mette di fronte a realtà importanti come Roma e Inter. Saranno partite determinanti in cui arriveranno motivazioni supplementari. Io voglio che la mia squadra abbia fame e queste partite sono le migliori da giocare.”
 
Interrogato a proposito, Leo Bonucci risponde sul modulo e fa mea culpa:

Il modulo non è assolutamente stato cambiato per me. Ho giocato a quattro in difesa sia al Bari, all’Inter, alla Juventus e anche in Nazionale. Di conseguenza mi rimetto alle decisioni del mister. Per quanto riguarda le mie prestazioni non sono contento perché posso fare molto di più. Quando ho scelto il Milan sapevo che le critiche sarebbero arrivate tempestive alle prime difficoltà, ma le so affrontare: miglioreremo e migliorerò anche Io.”
 
Conclusione della conferenza sul Rijeka e sulla formazione che domani scenderà in campo da parte di Mister Montella:
La formazione ancora non l’ho decisa. Se gioca Paletta? Gabriel è un grande uomo che si è sempre messo a disposizione. Vedremo.
Il Rijeka è una squadra molto pratica e fisica. Servirà una partita di temperamento.”
 
E servirà una prestazione convincente per riportare l’entusiasmo tra i tifosi che fino a questo momento si sono presentati a San Siro gremendo lo stadio dove il Milan ha costruito i suoi successi.
 
PROBABILI FORMAZIONI
 
Ac Milan: (3-5-2)
Donnarumma; Musacchio, Bonucci, Paletta; Borini, Kessiè, Locatelli, Bonaventura, Rodriguez; Andrè Silva, Cutrone.
 
Rijeka: (4-2-3-1)
Prskalo; Vesovic, Zuparic, Elez, Zuta; Bradaric, Males; Kvrzic, Misic, Heber; Gavranovic.
 
Simone Mannarino 
Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi