Zoom su Povia. “Consiglio di fare gli artisti di strada”

Zoom su Povia. “Consiglio di fare gli artisti di strada”

0

Povia per zoomDopo il tourbillon estivo caratterizzato da note e polemiche, il cantautore Giuseppe Povia si prepara per una nuova stagione musicale. In poche ed esclusive battute mi illustra il suo concetto di musica, alla luce di una viva attenzione per il sociale.

Giuseppe, l’estate appena trascorsa ti ha visto protagonista di una sovraesposizione mediatica che ha alimentato strascichi polemici. Mi piacerebbe, tuttavia, riportare in primo piano il Povia musicista.Ti sei imposto all’attenzione del grande pubblico nel 2005, in occasione della tua partecipazione come ospite al Festival di Sanremo, poi vinto l’anno successivo. Come definisci la tua evoluzione artistica dalla celebre I bambini fanno ooh ad oggi ?

Non credo nell’evoluzione artistica, descrivo l’evoluzione mondiale attraverso la musica. Trattando temi sociali, sono soggetto a polemiche.

Molta parte della critica ha avuto difficoltà a inquadrarti in un genere musicale specifico. Quali sono le tue pricipali influenze ?

Ho ascoltato tantissimi cantautori ma non ho un genere ben preciso, perché se voglio parlare di un tema devo cercare il modo giusto per arrivare a più persone. Quando la critica ti vuole inquadrare per forza, o non riesce a farlo, non è una critica seria.

Nell’ambito musicale underground, un numero sempre maggiore di band si rivolge all’attività di scrittura e produzione di materiale inedito. Mi incuriosice sapere cosa ti sentiresti di consigliare, sulla scorta della tua consolidata esperienza ad alti livelli, a questi giovani…

Consiglio di iscriversi a tutti i concorsi possibili e immaginabili e di fare gli artisti di strada, come ogni tanto faccio anche io. La gente non è obbligata a fermarsi ma, se lo fa, ti dà tanta soddisfazione.

Sembra che un elemento comune alle varie tappe della tua carriera sia una spiccata attenzione verso certe problematiche sociali. Qual è l’origine della tua esigenza di parlare, in musica, di svariati temi di scottante attualità ?

Vedo un mondo apatico fatto di generazioni alle quali viene data un’informazione superficiale, adatta a tutte le stagioni. Mi è sempre piaciuto andare in profondità. Vedi meglio, capisci meglio… e senti meglio .

I tuoi progetti per il prossimo futuro ?

Concerti, concerti e poi, spero, ancora concerti.