Expo 2015. L’evento che ha cambiato Milano

Expo 2015. L’evento che ha cambiato Milano

Sono passati ormai più di due anni da quando, il primo maggio 2015, a Milano, è stata inaugurata Expo. Prima, durante, e dopo l’esposizione universale meneghina, molte opinioni, discussioni, e qualche polemica hanno animato la vita della nostra città, e nel bene o nel male, questo parco tematico dedicato all’alimentazione è diventato parte del nostro vivere quotidiano, lasciando in molti un ricordo indelebile, specie per chi, ha potuto come me vivere quest’esperienza prima come semplice visitatore, e poi, quasi come “inviato speciale” grazie ad una serie fortuita di eventi che hanno fatto si che il sottoscritto potesse persino essere invitato come esperto di social media.
In una serie di articoli, vi racconterò aneddoti e retroscena che pochi conoscono, ma che ora che Expo è finita, possono dare uno spunto di riflessione su cosa veramente ha lasciato come eredità questo evento tanto importante, che ha portato Milano ad essere ancora più conosciuta ed apprezzata di quanto lo fosse prima del fatidico 1° Maggio 2015.

Quanto è durata Expo 2015?

Nonostante sia stato di solo sei mesi, il periodo in cui si è potuta visitare l’esposizione universale, Expo ha iniziato a vivere fin da quando nel 2006 la città fu candidata dall’allora sindaco Letizia Moratti e dal presidente del consiglio Romano Prodi, fino ai giorni nostri anche se profondamente trasformato. Dato che per il regolamento del “BIE”, l’ente che si occupa delle esposizioni universali in tutto il mondo, gran parte di ciò che rientra in un’esposizione universale deve essere rimosso dopo il termine di sei mesi, l’area si è pian piano svuotata, ma non ha smesso di essere un polo di attrazione per milanesi e turisti.

Da Expo ad Experience

L’area in cui i maggiori paesi del mondo, e per la prima volta ad un esposizione universale, anche paesi con pochissime risorse economiche, avevano esposto le proprie potenzialità nel campo dell’alimentazione, una volta chiusa al pubblico, è stata riaperta, dopo un breve periodo, al fine di poter sfruttare gli immensi spazi e le poche strutture progettate per durare nel tempo, come Palazzo Italia, e l’Open air theater. Al posto dei padiglioni sono state realizzate alcune aree per lo sport, per il divertimento e di volta in volta sono stati organizzati eventi tra i più disparati, dal volo con mongolfiere ad eventi sportivi anche di rilevanza internazionale, quest’area è stata rinominata Experience, ed è tuttora molto attiva, e specie nei mesi estivi vi sono eventi che meritano veramente l’attenzione di noi tutti. Un esempio, tra tanti, il concerto di Davide Van de Sfroos che si terrà Sabato 23 settembre.


Vi racconterò la mia Expo 2015

Se avrete modo di seguire questa serie di articoli, o meglio di racconti e aneddoti su quel che è stata Expo, sono sicuro che vi divertirete e che conoscerete Expo da un punto di vista diverso da quello che è stato raccontato dai giornali e dalle televisioni ufficiali.

Appassionato di tutto quello che riguarda Milano, il suo passato, il suo presente e il suo futuro, amo tanto gli antichissimi siti e reperti archeologici, quanto i grattacieli e le nuove infrastrutture. Scrivo articoli e realizzo video sul mio canale youtube, anche in dialetto Milanese. https://www.facebook.com/jonivideomaker/

Nessun commento

Rispondi