Il SÌ sull’autonomia batte Hamilton al Gran Premio di Monza

Il SÌ sull’autonomia batte Hamilton al Gran Premio di Monza

0

GMgp per si autonomia al GpmSono riusciti nel loro intento i Giovani Padani, oggi presenti in massa al Via del Gran Premio di Monza. Infatti non solo sono riusciti ad esporre sotto il palco, durante le premiazioni, uno striscione di 100 metri quadrati per ricordare ai Lombardi e ai Veneti che il 22 ottobre saranno chiamati a decidere per il futuro delle proprie regioni, ma anche a ad oscurare quasi del tutto la vittoria di Hamilton. Infatti, terminata la gara e prima delle premiazioni come d’uso migliaia di tifosi si sono recati sotto il palco e hanno srotolato i loro striscioni, subito inquadrati dalle TV di tutto il mondo. Qui, gli spettatori, a casa e presenti all’autodormo, hanno potuto ammirare tra uno striscione Ferrari e un altro, lo striscione di 100 metri quadrati su sfondo blu con la scritta bianca “SÌ per l’autonomia”. Gli autori di questo gesto sono i leghisti appartenenti al Movimento Giovani Padani, da sempre presenti al gran Premio di Monza con le bandiere Lombarde. Lo scorso anno, come in molti si ricorderanno, furono promotori della campagna per il salvataggio del Gran Premio di Monza.

“Quest’anno invece”, ci ha spiegato Luca Toccalini, coordinatore del Movimento Giovani Padani Lombardo, “abbiamo voluto lanciare questo importantissimo messaggio in mondovisione. I Lombardi rivendicano la propria autonomia per avere scuole all’avanguardia, dove le tradizioni lombarde non siano dimenticate, gli ospedali siano ancor più efficienti, ci sia più sicurezza, una migliore rete di trasporti e meno tasse per famiglie e imprese”. Ha poi proseguito Alessandro Corbetta coordinatore dei giovani Padani della Provinciale Monza Brianza. “Il 22 ottobre potremo cambiare il futuro dei Lombardi votando si al Referendum. Tutto il mondo deve sapere che la Lombardia c’è e vuole contare di più. L’autonomia porterà a tutti i cittadini lombardi più benefici, ma una Lombardia più forte è garanzia che il Gran Premio di Monza continuerà ad esistere, senza essere messo ogni volta in discussione per il completo disinteresse del governo centrale.”

Se questo gesto ha ottenuto il plauso di molti ed è stato accolto con favore dal segretario Federale della Lega Nord Matteo Salvini, che si è complimento con i giovani dell’ Mgp per l’iniziativa, non è stato dello stesso avviso il questore di Milano Marcello Cadorna. In una nota il questore ha precisato che lo striscione non era stato autorizzato e che valuteranno il da farsi, oltre ad acquisire le immagini delle telecamere di video sorveglianza per capire chi lo ha introdotto senza darne comunicazione.

 

Donatella Magnoni
Sposata, ho 2 figli. Appassionata da sempre di politica, letteratura, storia e Sport. Juventina dalla nascita e per sempre. Altra mia passione è Lombardia che amo da Nord a Sud, da Est a Ovest.