Milano Informagiovani. Politiche giovani cercarsi

Milano Informagiovani. Politiche giovani cercarsi

0

Call for ideas. L’amministrazione di Milano ha chiamato così il progetto per chiedere ai giovani di presentare delle idee per dar un nuovo impulso allo sportello informagiovani. Si tratta di una iniziativa volta a ridare vita ad u progetto che è andato via via esaurendosi. Così, a fine luglio, il Comune ha lanciato l’appello. “Hai nuove idee per promuovere le opportunità che la tua città offre ai giovani? Ti piacerebbe contribuire a diffondere la conoscenza di temi importanti per i ragazzi? Sei interessato a sviluppare progetti innovativi per accompagnare le nuove generazioni nelle fasi di passaggio dal mondo scolastico a quello del lavoro? Partecipa a Call for Ideas, il bando per individuare proposte di iniziative da realizzare, anche in forma di co-progettazione, presso l’Informagiovani, lo spazio multiservizi del Comune di Milano in via Dogana 2.

A chi serviranno i progetti?

I progetti dovranno essere indirizzati ai giovani ceh coprono una fascia d’età tra i 12 e i 35 anni. Dovranno essere proposte attività varie e pensate base delle fasce di età e delle necessità specifiche. Le idee, a meno che qualcuno non ne abbia qualcuna folgorante e completamente diversa, potranno convergere su cicli di sportelli specialistici, colloqui di orientamento individuali, laboratori, incontri tematici di approfondimento, appuntamenti culturali e progetti innovativi a partecipazione gratuita dei destinatari. tempi modalità e organizzazione dovranno essere diverse per fasce d’età. Insomma, Informagiovani deve diventare n HUB di riferimento per il mondo giovanile, secondo le intenzioni dell’amministrazione.

Chi può partecipare al bando Calls for ideas

Possono presentare idee e progetti enti e organizzazioni pubbliche e private operanti a Milano, anche in via di costituzione, preferibilmente con esperienza nella realizzazione di iniziative rivolte alle nuove generazioni. Le idee saranno approfondite e analizzate. Il Comune garantirà la possibilità di utilizzare gli spazi di via Dogana in tempi e orari da programmare emetterà a disposizione il personale di Informagiovani.inoltra garantirà la disponibilità di attrezzature audiovideo e di eventuali risorse economiche per l’importo complessivo massimo di 15mila euro annui, il contributo alla promozione delle iniziative attraverso l’utilizzo dei propri canali istituzionali.  Le domande contenenti la scheda di presentazione della proposta, debitamente compilata, dovrà essere presentata entro il 27 settembre 2017. In allegato dovrà esserci anche una fotocopia del documento di identità, in corso di validità, del sottoscrittore e da un budget preventivo dell’ iniziativa. Il tutto andrà spedito (tramite raccomandata), o presentato,  in busta chiusa al Protocollo della Direzione Educazione del Comune di Milano, via Porpora 10. Si può utilizzare anche la posta elettronica certificata giovani@pec.comune.milano.it.

 

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente, sul giornalino della parrocchia, l'Urlo. Tra il 1977 e il 1982 circa ho lavorato in una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Da 16 anni sono uno degli speaker radiofonici della più bella delle radio milanesi. Ho collaborato con quotidiani e settimali, occupandomi di tutto, dalla cronaca allo sport. Come Web Content Specialist seguo blog e testate giornalistiche online. Ora mi occupo della redazione di Zoom Milano.

Nessun commento

Rispondi