Lucifero non perdona: caldo Boom in città

Lucifero non perdona: caldo Boom in città

0

parco pecettaL’ondata di calore che affligge il nostro paese da parecchi giorni ha messo a dura prova la nostra città. In più di tre giorni sono stati consegnati quasi 400 pasti e le richieste al numero verde per gli anziani, sono state oltre 5.000. Le richieste di intervento da parte di anziani e persone non autosufficienti hanno fatto impennare il numero delle prestazioni effettuate, passate da 3.500 a oltre 5.000. C’è molto lavoro dunque per la trentina di operatori della Centrale Operativa di via San Marco che saranno presenti tutto il mese di agosto, compresi il sabato e la domenica e il giorno di Ferragosto. Il numero verde per chiedere interventi di assistenza domiciliare 800.777.888 è attivo tutti i giorni dalle 8 alle 19. Al numero verde si possono chiedere interventi di assistenza domiciliare tra cui pasti a domicilio, accompagnamento per visite mediche, spesa e altre piccole commissioni, aiuto domestico, igiene personale e della casa. I servizi di assistenza domiciliare sono rivolti a tutti gli anziani che non sono già seguiti dal Comune ma che durante l’estate, complice il diradarsi della rete di vicinato e familiare, potrebbero trovarsi in difficoltà perché non del tutto autosufficienti.

L’anticiclone chiamato Lucifero

Lucifero si trova da alcuni giorni proprio sull’Italia e questo è un evento rarissimo, ma ora sono imminenti delle novità, sebbene interverranno in modo graduale. La canicola nel weekend si smorzerà solo al Nord, ove domenica giungeranno temporali anche forti. La bolla rovente africana sarà davvero dura a morire, ma per i primi giorni della prossima settimana l’anticiclone perderà terreno, con il caldo che pian piano andrà ulteriormente a ridimensionarsi al Centro-Nord.
L’eccezionale ondata di caldo che sta infiammando l’Italia porta con sé anche possibili rischi per la salute.

Consigli:

indossare un abbigliamento, non aderente, in fibre naturali, schermare le finestre (tapparelle abbassate, persiane chiuse,tende), ridurre la temperatura corporea con bagni e docce con acqua tiepida, bagnare spesso il viso le braccia con acqua fredda ridurre l’attività fisica , bere regolarmente,evitare gli alcolici, mangiare con regolarità pasti leggeri, proteggere la pelle consumare frutta e verdura di stagione integrandoli con mandorle, nocciole o olio d’oliva che ci aiutano a limitare gli effetti dei radicali liberi.

Cosa fare in caso di un colpo di calore

La prima cosa è sdraiarsi, evitare il più possibile di stare in piedi, togliere quanti più vestiti,applicare asciugamani o fazzoletti bagnati di acqua fredda su zone del corpo in cui passano molti vasi sanguigni, in modo da raffreddare più velocemente la temperatura. Ascelle e inguine, per esempio, sono le prime zone su cui fare gli impacchi. Se si ha a disposizione del ghiaccio, preferirlo all’acqua, utilizzando sempre un telo o un sacchetto per non appoggiarlo direttamente sulla pelle. Se la nausea non è eccessiva, bere subito acqua o meglio ancora un succo di frutta, e attendere che la situazione si normalizzi. Se compaiono sintomi come forte mal di testa e confusione mentale non esitare, e rivolgersi subito a un medico.

Ho 46 anni e due figli di circa vent'anni, mi sono trasferita dalla Sardegna a Milano negli anni ‘90. Ho svolto diverse attività lavorative che mi hanno portato ad avere un’ottima capacità comunicativa e un’ottima interazione con le persone che mi hanno conosciuto e lavorato con me. La mia formazione è prettamente umanistica e dopo anni di pausa, dovuta agli impegni famigliari, ho ripreso gli studi conseguendo i master in: Criminologia con indirizzo Anti-pedofilia , Stalking e atti persecutori,Diritto dell'Immigrazione e Mediazione Culturale. Attualmente, sto muovendo i primi passi nel mondo del giornalismo on line occupandomi della stesura di articoli per alcune testate dell’hinterland milanese.

Nessun commento

Rispondi