La Diocesi di Milano in lutto per la scomparsa del Cardinale Tettamanzi

La Diocesi di Milano in lutto per la scomparsa del Cardinale Tettamanzi

0

Si è spento questa mattina, dopo una lunga malattia che ne aveva debilitato il corpo ma non la mente, e dopo tre giorni di agonia, il Cardinale Dionigi Tettamanzi arcivescovo di Milano sino al 2011. Fu sostituito dal Cardinal Scola.
Dionigi Tettamanzi nasce a Renate il 14 marzo 1934, dopo gli studi ecclesiastici presso il Seminario di Venegono, viene ordinato sacerdote dall’ allora Arcivescovo di Milano Gianbattista Montini, poi Paolo VI. Il 1 luglio del 1989 viene eletto Arcivescovo Metropolita di Ancona e Osimo e il 23 settembre dello stesso anno riceve l’ordinazione episcopale nel Duomo di Milano dal Cardinale Carlo Maria Martini, a cui succederà proprio alla guida della Diocesi Ambrosiana nel 2002. Sono stati il Cardinal Scola e il nuovo Arcivescovo di Milano Mons. Mario Delpini a dare l’annuncio della morte del cardinal Tettamanzi in una nota congiunta a cui è seguita anche quella di Papa Francesco. Il Papa ha espresso alla famiglia e alla Chiesa Ambrosiana il proprio cordoglio e quello della Chiesa, rimarcando che con la scomparsa di Monsignor Tettamanzi l’arcidiocesi Ambrosiana, e la Chiesa tutta, perde un autentico testimone di Cristo, un sacerdote attento e vicino alla sua comunità.
Molti messaggi di cordoglio anche dal mondo politico: dal sindaco di Milano Beppe Sala e dal suo predecessore Pisapia, dal Ministro delle politiche Agricole Maurizio Martina che lo ricorda con queste parole: “lo voglio ricordare con grande affetto per gli insegnamenti, la sua umiltà, la sua capacità di ascolto e di dialogo con credenti e non credenti. Ha sempre dato voce ai più deboli in ogni momento, spronando tutti a guardare il mondo con gli occhi di chi soffre”, all’ l’ex presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni che ha espresso il suo cordoglio per la scomparsa del Cardinale Tettamanzi. Formigoni aveva rivisto Tettamanzi pochi mesi fa in occasione della visita di Papa Francesco, a cui seppur malato, il il cardinale non aveva voluto mancare.

Sposata, ho 2 figli. Appassionata da sempre di politica, letteratura, storia e Sport. Juventina dalla nascita e per sempre. Altra mia passione è Lombardia che amo da Nord a Sud, da Est a Ovest.

Nessun commento

Rispondi