Sottopasso ferroviario di via Tertulliano. Pulito e chiuso

Sottopasso ferroviario di via Tertulliano. Pulito e chiuso

sottopasso-tertullaino-324x162 Sottopasso ferroviario di via Tertulliano. Pulito e chiuso Cronaca Milano Prima Pagina   Dopo le numerose lamentele che riguardano il sottopasso ferroviario di Via Tertulliano il Comune ha deciso di intervenire. Due giorni fa una pulizia sommaria effettuata dagli operatori dell’Asma lo ha liberato dall’immondizia che vi era accumulata. Quindi sono iniziati i lavori per chiuderlo definitivamente.  Nelle condizioni in cui era certamente non poteva essere usato come sottopassaggio e gli unici che avevano il coraggio di metterci piede erano i ladri che lo utilizzavano come via di fuga dopo aver compiuto furti nella zona Tertulliano e di viale Puglie. Il comune ha quindi preso la drastica decisione di costruire un muro dal lato di via Bonfadini e di un cancello dall’altra parte, per permettere l’accesso all’area agli operatori delle Ferrovie dello Stato. L’assessore alla sicurezza del Comune di Carmela Crozza ha commentato l’intervento.“

Meglio tardi che mai

Pubblicità

Abbiamo accolto l’appello dei cittadini che, nel corso di una visita nel loro quartiere per parlare dei problemi di sicurezza, ci hanno espresso le loro preoccupazioni per una zona che era terra di nessuno. Avevano ragione, il sottopasso era al servizio solo di chi voleva delinquere. Ringrazio Amsa, Nuir e Polizia Locale che si sono attivati prontamente per risolvere un problema che esisteva da anni”. Meglio tardi che mai.

 

Giornalista per metà milanese e per metà mantovana. Ho iniziato a scrivere da adolescente sul giornalino della parrocchia. Tra 1977 e il 1982 circa ho collaborato con una delle primissime televisioni private, Tvci, cosa che mi ha fatto entrare nella storia della televisione, quasi nella stessa linea temporale dei tirannosauri. Dal 2000 sono orgogliosamente uno speaker di Radio Padania libera. Coordino la redazione di Zoommilano.it, collaboro con Conflombardia.com e con alcune agenzie di stampa. In più gestisco un blog, CronacaOssona.com

Nessun commento

Rispondi