Giana Erminio: ecco i tre colpi, Caldirola, Seck e Taliento

Giana Erminio: ecco i tre colpi, Caldirola, Seck e Taliento

0

giana-3-324x169 Giana Erminio: ecco i tre colpi, Caldirola, Seck e Taliento Calcio Sport

Milano – Linea verde per i nuovi arrivi in casa Giana Erminio, che oltre alla promozione dalla Berretti del difensore classe 1999 Giacomo Sala, ha formalizzato i trasferimenti con la formula del prestito di tre giovani innesti alla rosa della Prima Squadra. I colpi della Giana Erminio sono l’attaccante classe 1998 Axel Caldirola, il difensore classe 1998 Mbia Seck e il portiere classe 1999 Roberto Taliento.

Caldirola, Seck e Taliento: chi sono?

Pubblicità

Axel Caldirola

Proveniente dalla Primavera del Novara, dove nel campionato scorso ha messo a segno tre gol in 23 presenze, nonostante la giovane età Axel ha alle spalle due anni nel calcio dei “grandi”: la stagione 2015/16 l’ha infatti giocata da titolare in Serie D con la Varesina mentre l’anno precedente ha giocato nel campionato Promozione con il Mozzate. Dal sito del Novara Calcio: Attaccante polivalente, riesce a ricoprire più posizioni in campo “L’anno scorso ho fatto l’esterno e la prima punta. Quest’anno con Gattuso gioco prevalentemente da seconda. Mi piace venire incontro al pallone, recuperarne a più non posso a centrocampo, prendere palla e girarmi, mandare i miei compagni in porta, a volte calciare. Non cerco il gol con insistenza, sono molto altruista”.

Mbia Seck

Terzino sinistro con il vizio del gol, il senegalese Mbia proviene dal vivaio dell’Atalanta e anche lui, a dispetto della giovane età, ha già disputato due campionati da titolare in Serie D con la Virtus Bergamo: le eccellenti prestazioni sue e della squadra, unite a cinque gol e 56 presenze, l’hanno identificato come uno dei migliori under lombardi.

Roberto Taliento

Portiere classe 1999, dopo i primi passi mossi nel Brugherio e poi nella Pro Sesto, a 14 anni passa all’Atalanta, con la quale nella stagione 2016/17 ha disputato il campionato Primavera, dove la squadra bergamasca si è classificata in prima posizione nel proprio girone ed arrivando a disputare i quarti delle fasi finali. Nella stagione precedente aveva invece vinto da protagonista lo scudetto U17 Serie A, ma il salto alla Primavera è stato importante; dal sito di Atalanta B.C.: “Essendo un 99 sapevo che avrei potuto trovare meno spazio. Ma ho avuto comunque le mie occasioni e penso di averle sfruttate bene, giocando anche partite contro squadre importanti. Gare ufficiali o amichevoli, io so che sono tutte occasioni che devo sfruttare al massimo per farmi trovare poi pronto”. All’inizio della stagione scorsa Roberto ha anche assaggiato la prima squadra: “Mi hanno chiamato per l’ultima settimana di ritiro a Rovetta dopo la partenza di Radunovic e sono rimasto con la prima squadra fino a quando non è arrivato Berisha. È stata una bellissima esperienza, che ti fa crescere sia a livello tecnico che caratteriale. Mi sono allenato con portieri come Sportiello e Bassi che mi hanno fin da subito aiutato e fatto sentire come uno di loro. L’Atalanta ha una tradizione importante di portieri usciti dal vivaio e sogno di poter ripercorrere anche io questa strada”.

Gianluca Drammis
Giornalista pubblicista dal 2015: innamorato dello sport ed in particolare del calcio. Ho lavorato per diverse testate televisive giornalistiche (Telenova, Telereporter e Sportitalia), sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Leggetemi, non ve ne pentirete!

Nessun commento

Rispondi