Milano. Nuovo progetto contro le povertà

Milano. Nuovo progetto contro le povertà

0

Grazie ad un finanziamento statale di 2.349.000 euro destinato al Comune di Milano nell’ ambito del Programma operativo nazionale “Inclusione”. E’ stato approvato dalla la Giunta comunale di Milano il progetto per sostenere le persone in povertà, rafforzando i servizi legati all’ assistenza, alla formazione e al lavoro per l’attuazione del SIA, il Sostegno per l’Inclusione Attiva. Grazie al finanziamento con la delibera di odierna, il Comune sarà in grado di rafforzare i servizi fornendo assistenza, formazione, tirocini e percorsi di attivazione lavorativa che aiuteranno chi si trova in condizione di difficoltà. i fondi ministeriali saranno ‘spalmati’ su 3 annualità: oltre 624mila per il 2017; oltre 867mila euro per il 2018; oltre 857mila euro per il 2018.

Il progetto prevede:

il rafforzamento dei servizi sociali (segretariato sociale e per la presa in carico, nonché servizi informativi all’utenza) con attività di accoglienza degli utenti SIA in ogni zona. L’ attivazione lavorativa attraverso tirocini e borse lavoro, orientamento e consulenza, corsi di formazione. La promozione di accordi di collaborazione in rete, nella quale rientrano tutte le attività destinate agli operatori degli ambiti territoriali, dei centri per l’impiego, dei servizi per la salute, l’istruzione e la formazione.

Roberta Marcello
Ho 46 anni e due figli di circa vent'anni, mi sono trasferita dalla Sardegna a Milano negli anni ‘90. Ho svolto diverse attività lavorative che mi hanno portato ad avere un’ottima capacità comunicativa e un’ottima interazione con le persone che mi hanno conosciuto e lavorato con me. La mia formazione è prettamente umanistica e dopo anni di pausa, dovuta agli impegni famigliari, ho ripreso gli studi conseguendo i master in: Criminologia con indirizzo Anti-pedofilia , Stalking e atti persecutori,Diritto dell'Immigrazione e Mediazione Culturale. Attualmente, sto muovendo i primi passi nel mondo del giornalismo on line occupandomi della stesura di articoli per alcune testate dell’hinterland milanese.

Nessun commento

Rispondi