Monumentale, museo a cielo aperto

Monumentale, museo a cielo aperto

monumentale-mi-324x256 Monumentale, museo a cielo aperto Costume e Società Cultura   Per gli appassionati di cinema e di arte che domenica non già in vacanza o fuori città riparte la rassegna Museo a cielo aperto. Il Cimitero Monumentale, da domani e per ogni ultima domenica del mese fino ad ottobre compreso, farà da sfondo a percorsi tematici, fatti di teatro, cinema, musica. Gli appuntamenti sono gratuiti, realizzati da Fondazione Milano – Scuole Civiche, con la promozione del Comune. In particolare l’appuntamento del 25 giugno si svolgerà in mattinata, dalle 10 alle 13. In sala conferenze saranno proiettati i cortometraggi ad opera della Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, all’esterno partiranno due visite guidate, all’interno del Famedio, alle 11.15, verrà messo in scena un corto teatrale, scritto ad hoc e interpretato da diplomati della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi, infine alle 12.15 la chiusura è affidata al concerto Miles’ Wave di Andrea Candeloro TRIO.

Il programma di domenica 25 giugno

Pubblicità

I cortometraggi costituiscono il risultato di dodici esercizi realizzati nell’anno accademico 2015/2016 dal Laboratorio di Fotografia Cinematografica, focalizzandosi sulle caratteristiche e le tematiche costanti della filmografia di Luchino Visconti. Fra i riferimenti visivi e i giochi di luce, i temi ripresi sono per esempio i pranzi familiari, gli amori difficili, i rapporti madre, figlio, amante. Per quanto riguarda le visite guidate, è possibile prenotarsi dalle 9.30 fino ad esaurimento posti. I percorsi previsti sono due: “Il Monumentale al femminile” e “La scultura di Adolfo Wildt”. Entrambi, curati dai volontari del servizio civile e dal personale del Monumentale, sono volti a mettere in risalto alcune caratteristiche scultoree del vasto patrimonio del Cimitero, nonché a soddisfare alcune curiosità.

Lo spettacolo teatrale è incentrato sull’astronomo Giovanni Schiaparelli, che giace proprio al Monumentale. La rappresentazione, intitolata “Schiaparelli su Marte”, analizza i misteri dell’universo, immaginando di scoprire gli arcani del cosmo, che di solito sono relegati nella fantasia. La sceneggiatura è a cura di Emanuele Aldrovandi, con l’interpretazione di Stefano Annoni, musiche di Roberto Dibitonto e regia di Luca Rodella. Il contributo musicale della mattinata è affidato al pianoforte di Andrea Candeloro, alla batteria di Fabrizio Carriero e al contrabbasso di Francesco Marchetti. I tre musicisti si sono formati ai Civici Corsi di Jazz di Milano e hanno fondato un trio che propone un repertorio basato sulla figura di Miles Davis. Le date future sono previste per domenica 30 luglio, 27 agosto sempre dalle 10 alle 13, mentre l’orario del 24 settembre e del 29 ottobre sarà dalle 10 alle 18.

 

Nessun commento

Rispondi