Eccoci nella settimana milanese del cane. Gli eventi

Eccoci nella settimana milanese del cane. Gli eventi

cani-324x211 Eccoci nella settimana milanese del cane. Gli eventi Costume e Società Cultura   Il migliore amico dell’uomo per eccellenza è protagonista di un’intera settimana che, attraverso manifestazioni in diversi punti della città, vuole sottolineare l’importanza e la solidità del legame tra uomo e cane, valorizzando le qualità dell’animale e l’obbligo di garantirgli condizioni di vita adeguate. In questa direzione procede la regolamentazione sul territorio lombardo, come ha ricordato alla presentazione dell’evento Carolina Toia, consigliere regionale, ribadendo l’obbligo di fornire all’animale un ricovero adatto, cibo e acqua in quantità sufficiente, una regolare attività motoria, l’obbligo di identificazione ed iscrizione all’anagrafe degli animali d’affezione; il divieto di tenere i cani alla catena, di sottoporre gli animali in addestramento ad attività dannose per la loro salute o difformi dalle loro capacità naturali. Il regolamento completo introduce inoltre obblighi e divieti sull’accattonaggio con animali, sugli spazi per la detenzione, sull’attività dei rifugi sullo smarrimento, insieme a all’istituzione della Consulta regionale per gli animali d’affezione.

Giochi, formazione, incontri

Pubblicità

La manifestazione, curata dall’Ente Nazionale Cinofilia Italiana, propone momenti di gioco, di formazione e di incontro. Tutti i giorni, fino a venerdì 16 giugno, dalle 9 alle 10 e dalle 18 alle 19, un educatore cinofilo sarà disponibile per una consulenza gratuita presso le aree cani del centro. Mercoledì 14, presso la sala comunale in Corso Garibaldi 27, alle ore 20 ci sarà un incontro sull’importanza dell’educazione e i doveri del buon proprietario nell’ottica di un’ottima gestione del cane in città. Il giorno successivo, giovedì 15, dalle 16 alle 18 presso il Parco Indro Montanelli e City Life, Anna Pozzi, rappresentante di Zoophotos, e Paolo Torchio di Pet&soul saranno felici di ritrarre chiunque desideri avere un ricordo con il proprio animale da compagnia.

Nel weekend il polo fieristico di Rho sarà invaso da diecimila cani provenienti da tutto il mondo per tre giorni dedicati alla cinofilia internazionale: venerdì è prevista l’apertura dell’Esposizione Internazionale di Milano; sabato 17 si terrà il Mediterranean Winner, con le selezioni per l’Absolute Agility Championship e Concorso di Dog Dance; domenica 18 debutterà l’ENCI Winner 2017 e si svolgerà la gara finale dell’Absolute Agility Championship.

Traffico illecito di cani di razza

Accanto alla celebrazione e alla promozione di un corretto rapporto tra uomo e cane, un’altra tematica oggetto di sensibilizzazione è il maltrattamento. La settimana del cane è stata infatti anticipata da un convegno organizzato da OIPA, Organizzazione Internazionale Protezione Animali, sul traffico illecito di cani di razza. Una prassi che, come è noto, nasconde un ampio giro di denaro e di comportamenti inimmaginabili che molti, forse inconsapevolmente, incrementano con l’acquisto del proprio cucciolo. Sul territorio, nonostante il cane sia considerato un membro della famiglia, c’è ancora molta non curanza riguardo le traversie che conducono il cucciolo nelle nostre case e che implicano l’aumento delle difficoltà di mantenimento dei canili.

Spesso di fronte al desiderio di un nuovo compagno scodinzolante, si trascura di indagare sulla sua provenienza. Coloro che si apprestano all’acquisto di un cane di razza infatti dovrebbero accertarsi che il cucciolo non sia vittima di un tragitto, per lo più dai Paesi dell’Est, in condizioni al limite della sopravvivenza: costretti per oltre 48 ore in camion non ventilati, senza cibo né acqua, immersi nei propri escrementi e non protetti da trasportini, i cuccioli che sopravvivono sono deboli, sofferenti, presentano disturbi comportamentali o sono affetti da gravi malattie infettive e infestati da parassiti. Allo stesso modo è bene, non sentendosi dare una possibilità ai molti cani che attendono speranzosi nei canili, accertarsi sulle condizioni di allevamento, che di frequente vedono cani snaturati, mantenuti e sfruttati al solo scopo riproduttivo.

Amore reciproco incondizionato

La riflessione sul valore aggiunto portato dal cane, come da tutti gli animali di affezione, nell’esistenza dell’uomo deve condurre anche a prendere consapevolezza e non sottovalutare le problematiche celate dalla scelta di aprire la porta di casa ad un inquilino quadrupede. Non sembra infatti mai sufficiente, a maggior ragione nel periodo estivo in cui è all’ordine del giorno la campagna contro gli abbandoni, ricordare come necessiti di impegno e amore costante, come lo scambio dare ed avere debba essere reciproco, considerato che il cane offre amore senza chiedere e nessun esponente di alcuna razza tende a diventare ingestibile se adeguatamente educato o addestrato. Cani grandi o piccoli, di razza oppure no, da migliori amici, sono effettivamente in grado di migliorare la qualità della vita dell’uomo.

Nessun commento

Rispondi