Cittadini antidegrado per il Retake Milano (video)

Cittadini antidegrado per il Retake Milano (video)

La società italiana in cui viviamo non brilla spesso per senso civico e rispetto verso la cosa pubblica. Spesso si tratta di mancanza di attenzione, ma in tanti casi di vero e proprio vandalismo spesso connesso con il fenomeno del writing vandalico.
Negli anni sono sorte diverse associazioni e gruppi di cittadini che hanno deciso di mettersi in gioco per migliorare l’aspetto della propria città in collaborazioni con le amministrazioni locali. A Milano la realtà più grande è Retake fondata una decina di anni fa circa da Andrea Amato, fondatore e presidente di Sevents Agenzia di Comunicazione & Eventi.
Si tratta di un movimento spontaneo di cittadini che si attiva per promuovere e mantenere il decoro urbano attraverso azioni di ripulitura di tag e scritte sui muri rimozione di rifiuti e sistemazione varie a seguito di atti di vandalismo. Viene anche promossa la street art legale attraverso la realizzazione di murales con prodotti non inquinanti come le bombolette spray.

Pubblicità

Recentemente l’associazione ha ricevuto air quality alliance international award per l’impatto sociale, utilizzando vernici speciali che abbattono lo smog riducendo le polveri sottili inquinanti in polveri inerti.
Retake, che è presente anche a Roma Bergamo, Bolzano, Torino, Bari, Palermo, Capua e da inizio 2017 a Brescia. Funziona a chiamata, gruppi di cittadini e comitati chiedono un loro intervento dando la disponibilità in termini di manodopera. Gli iscritti su Milano sono attualmente un centinaio e agiscono sotto la regia di una quindicina di volontari che coinvolgono centinaia di cittadini. L’organizzazione si fa carico di portare l’attrezzatura necessaria. I materiali vengono acquistati attraverso donazioni, anche attraverso il 5×1000, spesso sono le stesse società a fornire gratuitamente l’attrezzatura

L’iniziativa in Via Morgagni

retakemilanoviamorgani-324x182 Cittadini antidegrado per il Retake Milano (video) Cronaca Milano Prima Pagina   Sabato 13 maggio si è tenuto un “retake” in un’ara giochi situata a pochi passi da Corso Buenos Aires e limitrofa ad una frequentatissima e ben tenuta bocciofila. Certamente un’area di pregio oggetto negli anni di tanta attenzione da parte dell’amministrazione comunale ma che non viene risparmiata dai vandali che agiscono soprattutto di notte. L’azione di pulitura dai tag ha riguardato i giochi per bambini, le panchine, il limitrofo bagno pubblico. Tutto è stato ripulito e ridipinto perfettamente da una trentina di volontari di cui moltissimi bambini coinvolti dagli insegnanti.

Occuparsi attivamente della propria città non significa sostituirsi al comune nel doveroso e quotidiano lavoro di manutenzione ma vuol dire cercare di dimostrare che la cosa pubblica dipende soprattutto dai nostri comportamenti. Significa mostrare con la propria fatica, da volontario, quanto sia importante avere rispetto per ciò che ci circonda. Per questo è molto importante il coinvolgimento delle scuole affinchè il senso civico e il rispetto per la città possano essere trasmessi il prima possibile alle nuove generazioni. Nel video, Luciano, un assiduo volontario, racconta il perché della sua partecipazione.

Gianluca Boari
Laureato in Scienze Geologiche, appassionato anche di storia politica e modellismo

Nessun commento

Rispondi